Resoconto attività capitolari e programmi

Resoconto  attività capitolari  2010/2016 e programmi

Il giorno 3 Dicembre 2016 si è svolta in Palazzo Pitti a Firenze, ai sensi dell’art. 32 dello Statuto dell’Ordine Civico Mediceo, un’assemblea generale unificata per presentare le attività svolte dai Capitoli Territoriali dell’Ordine nel triennio 2013-2016 nonché i programmi dell’anno 2017, con il seguente ordine del giorno:

a) Resoconto del Granduca Capitolare sull’attività svolta dal Capitolo Granducale dal 2013 al 2016 e strategie per l’anno 2017 relative allo sviluppo dei programmi culturali, sociali e politici dell’Ordine Civico Mediceo.

b) Resoconto dei Presidenti Capitolari sull’attività svolta da ciascun Capitolo territoriale nel corso dell’anno 2016 e calendario dei programmi per l’anno 2017 (http://www.de-medici.com/attivita)

c) Presentazione da parte di Sua Altezza Serenissima il Principe Ottaviano de’ Medici di Toscana del programma “Nuovo Umanesimo Mediceo” e delle attività artistiche e filantropiche dell’Accademia Umanistica Medicea

d) Varie ed eventuali.

Svolgimento dell’assemblea:

Alle ore 10,00 sono convenuti a Palazzo Pitti venti membri dell’Ordine Civico Mediceo, oltre alla Marchesa di San Rodolfo di Montefalcone, Avvocato Giovanna Livreri in qualità di ospite; al termine della registrazione sono iniziati i lavori presso la saletta riservata della Caffetteria di Palazzo il cui ingresso principale si affaccia sul grande cortile centrale di palazzo Pitti. L’attività è proseguita sino alle 13,30, ora in cui è stato servito un pranzo leggero a buffet ed è stata ripresa alle 14,00 quando i partecipanti si sono trasferiti presso l’appartamento Granducale estivo di Palazzo Pitti nella anticamera riservata alla nobiltà, ora parte del Museo degli Argenti, dove i membri dell’Ordine si sono intrattenuti in conversazione privata fra loro e con S.A.S. il Principe di Toscana

Sua Altezza Serenissima il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana ha condotto i lavori di assemblea relazionando i presenti circa le principali attività capitolari svolte dai vari capitoli dell’Ordine Civico Mediceo nel triennio 2013-2016 e cedendo di volta in volta la parola ai membri dell’Ordine che hanno concorso allo svolgimento delle attività capitolari.

ANNI 2010-2013

1.  MUSEO DIFFUSO URBANO DI FIRENZE

(seguici su Facebook)

Sua Altezza Serenissima il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, Presidente della Associazione Internazionale Medicea ha fondato nel 2010 il Museo Diffuso Urbano di Firenze allo scopo di intervenire sullo spazio urbano contenuto all’interno del perimetro di 8500 metri rappresentato dalla antica terza cerchia muraria cittadina relizzata da Arnolfo di Cambio fra il 1284 e il 1333.

Scopo specifico del Museo Diffuso Urbano di Firenze degli antichi Gonfaloni di Quartiere è quello di informare preventivamente i futuri visitatori circa la vastità del patrimonio culturale di Firenze e di faciltarne la sua conoscenza proponendo loro di visitare la Città, non in modo frettoloso e generico seguendo i pochi schemi suggeriti dal turismo di massa, ma bensi in modo esauriente e specifico procedendo “di Gonfalone in Gonfalone”, ovvero esplorando un Gonfalone alla volta lungo i percorsi consigliati del nostro Museo Diffuso Urbano.

Ciascuno dei sedici Gonfaloni contiene infatti un immensità di tesori nascosti che si equivalgono per bellezza gli uni con gli altri ; se vogliamo dunque salvare Firenze da un turismo di massa che resta in Città solo un giorno ( 2,03 notti), questa nuova divisione della Città in Gonfaloni sarà molto utile perchè, dimostrando che ciascun Gonfalone contiene dei tesori unici ed imperdibili, incentiverà i visitatori a spargersi per la città in cerca di questi tesori anzichè a percorrere solo il tracciato che collega gli Uffizi con L’Accademia, come succede ora!

2.PROGRAMMA SAVE FLORENCE

SITO WEB “SAVE FLORENCE “

Grave degrado urbano , eccessiva usura della città , insufficiente manutenzione del patrimonio artistico e  continua perdita di identità culturale , creano ogni giorno un grave allarme tra i residenti del centro storico di Firenze.

Questa è la segnalazione contenuta nel “progetto di Save Firenze ” che è stato presentato alla commissione nazionale UNESCO lo scorso Maggio 2012 dal Presidente della Associazione Internazionale Medicea, S.A il Principe Ottaviano de ‘Medici di Toscana di Ottajano ,  l’ attuale rappresentante della Casa Medicea di Toscana .

Il ” Progetto Salva Firenze ” prevede lo sviluppo di 16 programmi principali finalizzati ad ottenere la maggior diffusione possibile degli itinerari di visita entro la cerchia storica cittadina da offrire agli oltre  16 milioni di turisti che arrivano a Firenze ogni anno ( secondo CST – fonte citata dal Comune di Firenze); nello stesso tempo il progetto prevede anche programmi per aiutare l’economia della città a  raccogliere le risorse finanziarie necessarie al restauro di quella considerevole parte del patrimonio artistico e culturale di Firenze che attualmente è a rischio a causa della sistematica mancanza di sufficiente  manutenzione .

Il vero problema  è che l’economia di tutta la città soffre gravemente perché gli itinerari di visita del centro storico creati dai tour operator internazionali, condizionano i visitatori  a trascorrere in Città un tempo medio di 2 notti in Hotel, intervallate però da una sola intera giornata di visite turistiche; le visite si tengono poi esclusivamente nella sola zona molto ristretta del centro dove si trovano la Galleria degli Uffizi , la Galleria dell’Accademia ( David di Michelangelo) ed il Duomo.

Così , mentre una piccola serie di strade allineate fra loro sono letteralmente ” invase ” da milioni di turisti , il resto del meraviglioso centro storico della città di Firenze resta purtroppo ” deserto ” e la maggioranza assoluta dei magnifici musei della città quasi totalmente privi di visite.

Il Comune di Firenze e lo Stato Italiano finora non hanno fatto nulla per convincere (od obbligare) gli operatori turistici ad espandere uniformemente gli itinerari di visita per tutta la città , con il cattivo risultato che vaste aree cittadine un tempo fiorenti sono ora deserte ed i loro commercianti versano in cattive condizioni economiche , mentre contemporaneamente una porzione molto piccola di centro storico viene invece letteralmente invasa .

Quali sono allora le conseguenze di questa assurda politica di indifferenza che è stata condotta per anni a Firenze dalle istituzioni pubbliche italiane? Il 20% della popolazione residente ha abbandonato Firenze nel periodo 1981/2001 mentre l’ economia tradizionale fiorentina sta ancora lottando contro la morte e centinaia di artigiani e di attività tradizionali hanno invece già dovuto chiudere;  tutta la città ogni giorno sta perdendo invece di fatto sempre di più la propria identità sociale e culturale mentre la piccola area dove invece si muove  il turismo di massa ” appartiene ” ora alle ricche catene di negozi nazionali o internazionali, i quali miserabilmente non reinvestono solitamente i loro profitti nella manutenzione del patrimonio culturale di Firenze .

Questo è particolarmente grave se si considera che il piano strategico per la gestione del Centro realizzato nel 2008 da un apposito ufficio del Comune di Firenze, riferisce che le istituzioni pubbliche non investono sufficiente denaro per la conservazione del patrimonio artistico cittadino!

Allora che cosa succederà in un prossimo futuro al  patrimonio artistico e culturale fiorentino? Quali sono poi le conseguenze socio economiche causate dall’aver lasciato la completa gestione dei percorsi di visita cittadini ai tour operator internazionali ed alle compagnie di navigazione da crociera?

Sono  questi gli interrogativi che l’Associazione Internazionale medicea si è posta e per i quali proponiamo le seguenti risposte da sviluppare da sviluppare con il progetto Salva Firenze:

3. PETIZIONE SAVE FLORENCE PER UNESCO.

Il Comune di Firenze e lo Stato Italiano hanno avversato il progetto SAVE FLORENCE con una pesantissima campagna stampa condotta in primo piano dal corriere fiorentino e altri quotidiani locali ttraverso la quale sono stati completamente travisati i motivi socio-culturali delle nostre attività con delle tesi false sulla sua natura , giungendo perfino ad accusare di bagarinaggio la Nostra associaziuone pur di costringerla ad interrompere la campagna SAVE FLORENCE.

La nostra reazione a tali assurde accuse è stato il lancio della petizione SAVE FLORENCE con la quale abbiamo chiesto ad UNESCO di aprire di una pratica ufficiale di controllo dello stato di conservazione della Città di Firenze e del suo patrimonio culturale materiale ed immateriale. La pratica è tuttora in corso.

Sua Altezza ha spiegato quindi che per effetto di questa pratica il Sindaco di Firenze Dario Nardella ha modificato ed ampliato nel mese di gennaio 2016 il regolamento cittadino del commercio, allo scopo di adeguarsi alla convenzione UNESCO in tema di conservazione del significato culturale della Città che, come noi abbiamo segnalato, è in fortissimo stato di degrado a causa del turismo di massa.

Sono state quindi introdotte nel nuovo regolamento UNESCO del commercio delle misure speciali per limitare i disturbi alla quiete pubblica notturna causati dal fenomeno della cosiddetta ”movida”, per incentivare il commercio di prodotti alimentari tipici della Toscana, per contrastare i piccolissimi mini market gestiti da stranieri dove si vende alcol a tutte le ore e infine per tutelare l’attività degli esercizi storici. Questi nuovo regolamento è stato inoltre preso ad esempio per redigere la nuova legge nazionale per la tutela delle attività tradizioni dei centri storici delle antiche Città italiane.

Sua Altezza ha inoltre spiegato che questa pratica di controllo UNESCO ha indotto il Governo e le Ferrovie dello Stato a rinunciare sia alla costruzione in Firenze della stazione ferroviaria “Foster”, che allo scavo del gigantesco tunnel TAV di 7 km per il sotto attraversamento ferroviario della città di Firenze.

La pratica di controllo UNESCO da noi iniziata è stata infatti arricchita di una relazione tecnica redatta dal dipartimento di geotecnica dell’Università di Firenze di cui UNESCO non era al corrente, che è stata individualmente inviata ad UNESCO da parte dell’Architetto Giovanna del Buono, dama accademica del nostro Ordine e di alcuni altri firmatari.

Nella relazione tecnica viene dimostrato che la costruzione di questo tunnel TAV prevede una diga sotterranea profonda 50 mt. la quale impedirebbe il normale scorrimento delle acque di falda sotterranea con il conseguente pericolo grave sia di allagamenti delle cantine a nord del tunnel e sia di cedimenti del terreno di superficie proprio sotto il centro storico cittadino!

Lo Stato Italiano, contravvenendo il regolamento della convenzione UNESCO 1972, non aveva informato la medesima UNESCO di questi grandi lavori e per questa “mancanza” è stato ufficialmente richiamato tramite una lettera da parte di UNESCO contenente anche la richiesta di fornire numerosissime spiegazioni tecniche circa i lavori suddetti. Dopo il ricevimento di questa lettera Ferrovie dello Stato e Governo hanno quindi bloccato i lavori di costruzione della Stazione Foster e quelli di scavo del tunnel TAV per evitare il pericolo successivo di veto ai lavori di scavo da parte di UNESCO.

Questo veto, qualora fosse giunto, avrebbe infatti messo molto in evidenza il grande scandalo ora nascosto, rappresentato dal fatto che lo Stato Italiano ha iniziato, con gran spesa e senza il permesso di UNESCO, dei pericolosi lavori che avrebbero costituito un grave danno potenziale per il sottosuolo della Città di Firenze ed il conseguente pericolo di cedimento del terreno di superficie nonché di danneggiamento dei monumenti soprastanti.

ANNO 2014

. CENSIMENTO SULLO STATO DI CONSERVAZIONE DEGLI EDIFICI PUBBLICI E PRIVATI A FIRENZE.

Nel corso del 2014 l’ordine Civico Mediceo ha svolto per tre mesi all’interno del centro storico della Città di Firenze un censimento finalizzato a rilevare lo stato di conservazione delle strade e degli di immobili le cui facciate su strada appaiono in stato indecoroso ai sensi del regolamento edilizio comunale. Al termine dell’indagine l’Ordine ha rilevato che circa 3600 edifici fra pubblici e privati appaiono decorosamente mantenuti. L’Ordine ha quindi ripetutamente inviato alle autorità preposte, fra cui la Corte dei Conti, delle segnalazioni dettagliate circa questa situazione di degrado indecoroso sanzionabile ai sensi del regolamento edilizio comunale; le autorità però hanno risposto in tono ufficiale che non esiste alcuna forma di controllo da parte della polizia Municipale per i casi di mancanza di decoro delle facciate delle case! Questo a nostro avviso costituisce una dichiarata violazione del dovere di ufficio delle autorità cittadine preposte. L’ordine inoltre ha fatto direttamente presente al Sindaco di Firenze ed all’assessore all’edilizia ed alla stampa l’esistenza di questa situazione illegittima, però nessuna autorità politica o civile e nemmeno la stampa locale ha voluto intervenire per fermare il fenomeno.

L’Ordine Civico Mediceo ha altresì attivato una convenzione con alcune imprese edili affinchè le medesime fornissero ai proprietari degli immobili indecorosi un servizio di restauro a prezzo particolarmente contenuto ed un servizio di finanziamento bancario dei lavori di straordinaria manutenzione direttamente al condominio e non ai singoli condomini. Nonostante tutto ciò nessuno condominio ha voluto accedere al finanziamento agevolato ed al servizio di lavori edili a prezzo convenzionato! Il progetto è stato quindi abbandonato nel 2016 e la città tuttora è colpita da un forte degrado architettonico sul quale nessuno interviene, tranne qualche raro proprietario che ogni tanto si ricorda di ripristinare il proprio immobile. Lo Stato e soprattutto le soprintendenze continuano invece ad ignorare il problema e ciò in aperto contrasto con i loro obblighi istituzionali sanciti dal codice dei beni culturali.

ANNO 2015

3. ACCADEMIA MEDICEA

Nel corso del 2015 è nata l’Accademia Medicea e sono stati organizzati alcuni corsi brevi della durata di tre mesi a cui hanno partecipato numerose guide turistiche e cultori delle materie: in particolare i corsi vertevano sull’astronomia rinascimentale e sull’alchimia alla corte dei Medici. Nel corso dell’anno sono stati inoltre presi accordi con i Principi Alfredo e Diana Lowenstein, proprietari della Villa Medicea di Cafaggiolo, per l’apertura nei pressi della loro Villa dell’Accademia Medicea a Cafaggiolo dove si terranno corsi triennali e semestrali di Pittura e Scultura. L’apertura dell’Accademia a Cafaggiolo è però subordinata al restauro dei locali che ospiterebbero la scuola ed il cui inizio non è stato ancora definito a causa di alcune incombenze burocratiche legate ai lavori di restauro.

4. ANTICO GIOCO DEL CALCIO MEDICEO

Nel corso del 2015 è nato il nuovo regolamento dell’antico gioco del calcio mediceo e sono stati presi accordi con la società Midland sport per l’organizzazione tecnica del gioco e del Torneo dei Gonfaloni. Alcuni personaggi si sono però frapposti fra l’Ordine Civico Mediceo ed il Comune di Firenze, suscitando in tal modo la gelosia del Comune di Firenze verso questo antico gioco Mediceo che rappresenta la versione originale medicea non violenta dell’attuale versione violenta del calcio storico fiorentino nata negli anni trenta del Novecento. L’inizio del gioco è stato quindi posticipato al Gennaio 2017 quando saranno reclutati i primi allenatori e noleggiati i primi campi di gioco presso il Conservatorio di Santa Maria degli Angeli, grazie all’intervento in qualità di sponsor del “Cappellificio Panizza”(ditta Falcus) di Montevarchi, di proprietà della Contessa di Montevarchi Donna Laura Gamba, cittadina Generosa di Firenze e Dama Granducale del nostro Ordine.

Nel Corso dell’assemblea è stata quindi presentata l’organizzazione del gioco e consegnata la prima divisa di gioco al provveditore di Campo Andrea Tirinnanzi.

E’ stata inoltre presentata all’assemblea l’iniziativa dei Gonfalonieri a cavallo della Casa Granducale Medicea, Capitanata dal Generoso Gonfaloniere della Casa Granducale Roberto Cinquegrana, i quali si sono offerti di accompagnare in corteo i giocatori di calcio durante i tornei.

I Gonfalonieri Medicei a cavallo hanno inoltre programmato tre giornate di esibizione per il 2017 durante le quali si potrebbero abbinare anche partite di calcio mediceo.

5. ALBO D’ORO PER UNESCO DELLA NOBILTA’ GRANDUCALE MEDICEA E DELLE SUE TRADIZIONI.

L’Ordine Civico Mediceo ha redatto per UNESCO l’”Albo d’Oro della Nobiltà Granducale Medicea e delle sue tradizioni” in cui sono elencati i nominativi e le tradizioni culturali, sociali e politiche di tutti coloro che in ogni tempo furono insigniti dalla casa Granducale Medicea di Toscana di un titolo Nobiliare oppure di un titolo di Cittadinanza Generosa.

L’Ordine Civico Mediceo ha quindi richiesto allo Stato Italiano di inserire le notizie contenute nell’albo d’Oro all’interno dell’inventario Italiano delle tradizioni culturali immateriali disposto ex L.167/2007, affinchè esse vengano poi inviate ad UNESCO per far parte della Lista UNESCO del patrimonio culturale immateriale protetto dalla convenzione UNESCO 2003.

La domanda per l’ inserimento delle suddette notizie in inventario è ancora in corso di valutazione da parte del Ministero per i Beni Culturali e della Commissione Italiana per l’Unesco

ANNO 2016

6. LAVORI DEL PROGRAMMA POLITICO “NUOVO UMANESIMO MEDICEO e COLLEZIONE MEDICEA FILANTROPICA”

L’Ordine Civico Mediceo ritiene infatti che sia necessario porre l’interesse per l’Uomo come individuo e per i valori della persona Umana, sempre al centro di ogni decisione amministrativa o di governo dello Stato.

Fine ultimo dell’Ordine è pertanto il nuovo Umanesimo Mediceo, ottenuto declinando Diritti e Valori Umani in arte ed in politica secondo i principi di solidarietà, sussidiarietà, tutela della persona, esaltazione della bellezza ed approfondimento del sapere.

1111

L’Ordine si contrappone a tutte quelle linee politiche globalizzanti le quali, privilegiando per i propri fini speculativi una visione globale dell’uomo inteso come aggregato di individui, sottovalutano oppure denigrano la figura dell’uomo inteso come singolo individuo artefice o interprete di cultura e di valori umani.

L’attività umanistica dell’Ordine Civico Mediceo si estrinsecherà, già a partire dal Gennaio 2017, commissionando all’Accademia Umanistica Medicea delle opere artistiche o culturali che rappresentino un diritto od un valore umano e proseguirà patrocinando presso la società civile, oppure presso le Istituzioni, la tutela dei diritti e dei valori umani rappresentati”.

Le opere verranno commissionate principalmente da Sua Altezza Serenissima Il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana e faranno parte della “Collezione Medicea Filantropica”; questa collezione verrà poi esposta anche all’estero in mostre temporanee oppure permanenti per attirare l’attenzione globale su questa rara combinazione fra Arte e difesa di valori/diritti umani. Il progetto prevede anche lo sviluppo di specifici programmi e azioni concrete per difendere e implementare diritti e valori umani.

Le opere facenti parte della collezione Medicea Filantropica potranno essere sia antiche che commissionate ad affermati artisti contemporanei. Le cura e la gestione delle opere sarà affidate all’ordine Civico Mediceo che provvederà ad esporle in luogo museale oppure in ambienti idonei ed accessibili ai comproprietari ed ai loro ospiti.

La proprietà delle suddette opere potrà sarà suddivisa fra S.A.S. il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana e tutti coloro che vorranno acquistare dall’Ordine Civico delle “carature d’opera”, tramite un apposito certificato di comproprietà stampato sul retro di una serigrafia, rappresentante l’opera medesima e sottoscritto da Sua Altezza nonché dai comproprietari a riprova dell’avvenuta cessione. Detto certificato verrà detto “certificato di comproprietà artistica su..( serigrafia,Litografia, stampa tela ecc) ” e costituirà la prova della comproprietà di una “caratura” di opera d’arte.

I Filantropi che vorranno incrementare in modo prestigioso il valore delle propri patrimoni ereditari familiari potranno sia prestare le proprie opere per esporle insieme a quelle della collezione Medicea filantropica in occasione di mostre, oppure cedere a S.A.S il Principe di Toscana una caratura dell’opera tramite apposito certificato di comproprietà di artistica ed aggregarla in modo permanente alla collezione Medicea Filantropica.

7. LAVORI DEL PROGRAMMA POLITICO “REPUBBLICA CIVICA GRANDUCALE”

Sua Altezza Serenissima il Principe di Toscana nel corso del 2016 ha nominato Nobili Capitolari alcuni Gonfalonieri dell’Ordine residenti in varie città di Italia, istituendo così dei nuovi capitoli dell’Ordine Civico Mediceo in dette località.

Le attività di ogni capitolo inizieranno a partire dal gennaio 2017 con lo sviluppo del suddetto programma per il “nuovo umanesimo mediceo”.

Qui di seguito si elencano i nomi dei Capitoli territoriali istituiti nel corso del 2016 ed il nome del Gonfaloniere dell’Ordine insignito come “Nobile Capitolare” oppure come “Presidente Capitolare” in caso di assenza di un Gonfaloniere Nobile in quel luogo a cui affidare anche la rappresentanza nobiliare del capitolo. Inoltre viene di seguito esposto anche l’ordine dei lavori già svolti nei capitoli aperti da più tempo.

CAPITOLO METROPOLITANO DI ROMA

Presieduto ad interim da SAS il Granduca Capitolare

Ordine dei lavori:

In data 18/6/2016 si è tenuta una accademia capitolare dell’ascolto sul tema del sostegno alla residenza in casa del generoso Gonfaloniere Roberto Villa e della Nobile Dama Luisa Paladini de Mendoza sua Consorte; all’accademia sono intervenuti circa 15 ospiti fra cui anche alcuni Gonfalonieri e Dame dell’Ordine.

In data 16/12/ 2016 si terrà un’ assemblea Generale capitolare in casa della Generosa Dama Erika Fodrè per la nomina delle cariche capitolari per tutto il quinquennio 2017-2022 e la approvazione di numerose proposte all’ordine del giorno fra le quali principalmente il corso artigianato futuro” organizzato dalla Nobile Dama Accademica Luisa Paladini de Mendoza.

CAPITOLO URBANO DI POPPI (AR)

Nobile Capitolare: S.E. Il Conte di Poppi, Avvocato Gaspare Emanuele Trizzino.

Ordine dei lavori

In data 6/11/2016 si è tenuto nel salone del Castello di Poppi un convegno organizzato dall’Ordine Civico per celebrare l’ottocentesimo anniversario dell’inizio delle ostilità fra Guelfi e Ghibellini, basato sui seguenti argomenti: “Guelfi e Ghibellini nella Divina Commedia” (Prof Massimo Serjacopi); “Profili Medicei fra Guelfi e Ghibellini” ( SAS il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana).

S.E. Il Conte di Poppi ha poi generosamente offerto un ottimo pranzo ai membri ed agli amici dell’Ordine convenuti a Poppi. Dopo il pranzo si è svolta una interessantissima visita al Castello ed alle stanze chiuse al pubblico della Biblioteca Rilli Vettori, guidata dal direttore della Biblioteca, sig. Roberto Salvi.

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1) Progetto attuativo nel campo della cultura e società per sostegno alla persona;

2) Progetto normativo nel campo della cultura e società per il sostegno ad alcune attività di restauro del centro storico di Poppi;

3) Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il sostegno al museo diffuso del Casentino;

4) Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il sostegno alla conservazione e valorizzazione dell’archivio comunale di Poppi, inteso come forma di tutela e valorizzazione della memoria civica casentinese

5) Progetto normativo capitolare per l’insediamento della Sede del Capitolo di Poppi presso il Castello di Poppi.

( Curatore: Gen.Gonfaloniere Avv. Gaspare Emanuele Trizzino, Conte di Poppi, ecc.)

CAPITOLO METROPOLITANO DI FIRENZE

Presieduto ad interim da SAS il Granduca Capitolare

Ordine dei lavori

In data 18/4/2016 si è tenuta al Giardino di Boboli una accademia itinerante dell’ascolto sul tema del sostegno alla residenza; all’accademia sono intervenuti circa 20 ospiti fra cui anche alcuni Gonfalonieri e Dame dell’Ordine.

In data 9/5/2016 si è tenuto a Palazzo Pitti un Consiglio di Governo del Capitolo Granducale; Il Consiglio si è svolto presso la saletta riservata della caffetteria di Palazzo e sono intervenuti circa 15 ospiti fra cui anche alcuni Gonfalonieri e Dame dell’Ordine. Al termine si è svolto un pranzo leggero a buffet dopo il quale i convenuti si sono intrattenuti in conversazione privata con S.A.S. il Principe di Toscana presso l’anticamera riservata alla nobiltà dell’appartamento granducale estivo di Palazzo Pitti, ora parte del Museo degli Argenti.

In data 9/5/2016 si è tenuta a Palazzo Pitti un’accademia capitolare dell’ascolto sul tema del sostegno all’economia; l’accademia si è svolta presso la saletta riservata della caffetteria di Palazzo e sono intervenuti alcuni ospiti scelti fra gli operatori economici del territorio fiorentino, oltre ad alcuni Gonfalonieri dell’Ordine. Al termine si è svolto un pranzo leggero a buffet dopo il quale i convenuti si sono intrattenuti in conversazione privata con S.A.S. il Principe di Toscana presso l’anticamera riservata alla nobiltà dell’appartamento granducale estivo di Palazzo Pitti, ora parte del Museo degli Argenti.

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1) Progetto normativo nel campo della cultura e società per la sottoscrizione da parte delle istituzioni cittadine della “Carta Medicea per il turismo sostenibile a Firenze”

(Curatori: 1)Comitato tecnico per il sostegno alla residenza; 2)Delegazione per il turismo sostenibile)

2) Progetto normativo nel campo della istruzione rivolto al Ministero dell’Istruzione ed al Consiglio Regionale della Regione Toscana per l’introduzione di linee guida umanistiche da applicare ai programmi formativi degli istituti scolastici fiorentini e toscani.

(curatore: Gen.Dama Accademica Sabita Viana)

3) Progetto attuativo in campo urbanistico per il sostegno alla residenza ed all’artigianato tipico nella zona di via Palazzolo a Firenze mediante uno studio urbanistico universitario dell’Università di Pisa.

(curatore: S.E Il Conte di Cetona, Professor Raffaello Cecchetti- Ordinario di Urbanistica presso l’Università di Pisa)

4) Progetto attuativo in campo della formazione per il sostegno all’artigianato tipico nella zona di via Palazzolo mediante il corso “Artigianato Futuro” – Eurolangue- Roma (curatore- N.D. Luisa Paladini de Mendoza)

5) Progetto attuativo in campo della cultura e società per il Recupero degli archivi privati e di stato come forma tutela e valorizzazione della memoria storica cittadina

( Proposto dalla dama Marta Baiardi- Curatore da definire)

6) Progetto attuativo in campo della cultura e società per la composizione di musiche e loro riproduzione durante le attività del Calcio Rinascimentale mediceo

(curatore: Maestro Federico Fattorini, membro praticante dell’Accademia Umanistica Medicea)

7) Progetto attuativo in campo della salute per il sostegno alla attività filantropiche svolte autonomamente dalla Dama accademica Anna Soncini in favore dei malati di Alzahimer attraverso terapie innovative basate sull’arte e la musica

(proposta di SAS il Granduca capitolare- curatore- da definire)

8) Progetto attuativo in campo della cultura e società per il sostegno alle opere della “Misericordia di Firenze” tramite la commissione e la successiva vendita di carature d’opera del quadro “Le opere corporali della Misericordia” del Maestro Roberto Ciabani Nobile di Firenze, caposcuola dell’Accademia Umanistica Medicea.

(proposta di SAS il Granduca capitolare -curatore da definire)

9) Progetto attuativo in campo della cultura e società per il sostegno alle opere della “Misericordia di Pisa” tramite la commissione e la successiva vendita per carature d’opera del quadro “Il trionfo della Misericordia” della pittrice esordiente Luisa Fusè, membro accademico esordiente dell’Accademia Umanistica Medicea

(proposta di SAS il Granduca capitolare -curatore- da definire)

CAPITOLO URBANO DI SAN SECONDO PARMENSE

Nobile Capitolare Gen. Gonfaloniere Adriano Ciabani, Nobile Fiorentino

Ordine dei lavori

Non stabilito per l’anno in corso

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il supporto alle attività del calcio Mediceo da parte dei bandierai e figuranti del palio di San Secondo

( Curatore: Nobile Adriano Ciabani)

CAPITOLO CONTINENTALE ASIA E SUD PACIFICO

Presieduto dal Gen. Gonfaloniere Frank Lee ( Shanghai-Cina)

Ordine dei lavori

22/06/2016 (Singapore- cappella Hotel- UBS Philantrophy forum Asia)

Conferenza stampa per la presentazione del programma Nuovo Umanesimo Mediceo

23/06/2016 (Singapore- cappella Hotel- UBS Philantrophy forum Asia)

Partecipazione al panel di discussione – Creating a legacy: Philanthropy and family values from various perspectives

Moderatore: Eric Landolt, Head Family Advisory, Asia Pacific UBS Wealth Management

Speakers:

His Serene Highness Prince Ottaviano de’ Medici di Tuscany di Ottajano, Italy

Dee Dee Chan, Director, Seal of Love Charitable Foundation, Hong Kong

Don Mohanlal, President & Chief Executive Officers, Synergos, US

Beng Seng Ong, Director, Ong Hin Tiang & Ong Sek Pek Foundation, Malaysia

27/06/2016 Taipei(Taiwan) Le Meridian Taipei Hotel -Philanthropy & Family Taipei Forum

Partecipazione al panel di discussione: An East and West intergenerational exchange

Speakers:

His Serene Highness Prince Ottaviano de’ Medici di Tuscany di Ottajano, Italy

Alice T.H.W. Chiu, Co-Founder, Sheen Hok Charitable Foundation, Hong Kong

David Tu, Accton Cultural & Educational Foundation, Taiwan

, Associate Principal (McKinsey Greater China Family Practice Leader), McKinsey

28/06/2016 UBS Tokio office (Japan) UBS Tokyo Client Event (Client UHNW Young Gens)

Conferenza: The MEDICI, a lasting family leadership; presentazione delle attività neo Umanistiche dell’Ordine civico Mediceo; presentazione della Collezione Filantropica Medicea

29/06/2016 Chef’s Studio Andaz Tokyo 51F ( Japan) UBS Client UHNW Dinner

Conferenza: The MEDICI, a lasting family leadership; presentazione delle attività neo Umanistiche dell’Ordine civico Mediceo; presentazione della Collezione Filantropica Medicea

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la presentazione delle attività neo Umanistiche dell’Ordine civico Mediceo

2. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la presentazione della Collezione Filantropica Medicea ai clienti UHNW di UBS conosciuti durante i vari forum asiatici partecipati dall’Ordine

3. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il gemellaggio fra Ordine Civico Mediceo e AIAF (Asian Institute of Art and Finance) di Shanghai

( curatore: Gen. Gonfaloniere. Frank Lee)

CAPITOLO URBANO DI MONTEVARCHI

(Nobile Capitolare: Laura Gamba, Contessa di Montevarchi)

Ordine dei lavori

nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la sponsorizzazione dell’antico gioco del calcio Mediceo

2. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la realizzazione del sito del Calcio Mediceo

(curatore: Gen. Dama Laura Gamba, Contessa di Montevarchi)

CAPITOLO CONTINENTALE EUROPEO DELLA SVIZZERA

Presieduto dal Gen. Dama Carmen Lopez ( Ginevra CH)

Ordine dei lavori

nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la creazione di borse di studio a favore del corso “Artigianato futuro” presso Eurolanguges ( Roma)

2. Donazione alla collezione Filantropica Medicea del quadro “Maliche” di Carmen Lopez

( curatore: Gen. Dama Carmen Lopez)

CAPITOLO URBANO DI PIETRASANTA

(Presieduto dal Gen. Gonfaloniere Rodolfo Martinelli Carraresi, Conte di Pietrasanta)

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il sostegno al valore umano della “Memoria” mediante la produzione del film documentario su Anna Maria Luisa de’Medici- Elettrice Palatina

(curatori: Gen. Dama Maria Isabella Cociani -in arte Isabel Russinova- e consorte)

CAPITOLO METROPOLITANO DI LUCCA

(Presieduto dal Gen. Gonfaloniere Raffaele Casula Esterlich, Nob.Generoso di Sardegna)

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Nessuno

CAPITOLO METROPOLITANO DI CATANIA

(Presieduto dal Conte Stefano Milazzo Savoca)

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la creazione della carta Medicea del Turismo sostenibile di Catania

Progetto attuativo nel campo dell’ambiente e agricoltura per favorire lo sviluppo della coltivazione di canna da zucchero in terra Siciliana e la produzione di Etanolo derivato da canna.

(curatore: Gen. Gonfaloniere Conte Stefano Milazzo Savoca)

CAPITOLO CONTINENTALE DEL NORD AMERICA

Presieduto dal Gen. Gonfaloniere Mark Gordon Smith( Ashville- North Carolina- USA)

Ordine dei lavori

28/11/2014 Procura della Corte dei Conti di Firenze: esposto per il danno all’immagine derivante alla città di Firenze derivante dal disservizio da parte del comune di Firenze dei servizi di vigilanza contro l’indecoroso degrado di monumenti pubblici e delle facciate di circa 3600 edifici fra pubblici e privati siti nella città di Firenze.

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

1. Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il gemellaggio fra la Città di Firenze e la Città di Ashville ( North Carolina-USA)

2. Realizzazione di un filmato a supporto del progetto SAVE FLORENCE creato dall’Ordine Civico Mediceo nel 2012/2013 www.saveflorence.it

3. Realizzazione di una campagna via web per la raccolta di fondi a supporto del progetto SAVE FLORENCE creata dall’Ordine Civico Mediceo nel 2012/2013 www.saveflorence.it

(curatore: Gen. Gonfaloniere Mark Gordon Smith)

CAPITOLO METROPOLITANO DI PISTOIA

Nobile Capitolare Gen. Gonfaloniere Danilo Bucciarelli, Duca di Pistoia

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la realizzazione di uno studio sulla Nobiltà Civica di Pistoia da presentare nell’ambito delle iniziative “Pistoia, Capitale della Cultura”

Progetto attuativo nel campo dell’economia e commercio per il sostegno alla rete informatica B2China finalizzata allo sviluppo commerciale dell’artigianato italiano in Cina.

CAPITOLO URBANO DI CUTIGLIANO-ABETONE

(Nobile Capitolare: Avv. Alessandro Belli, Conte di Cutigliano e Abetone, ecc.)

Ordine dei lavori

nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la presentazione presso il Comune di Cutigliano del “Libro Storia della mia Dinastia” di S.A.S. il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano

(curatore: Gen. Gonfaloniere Avv. Alessandro Belli, Conte di Cutigliano)

CAPITOLO URBANO DI BIBBIENA

(Nobile Capitolare: Marchese Michel Pentasuglia di Cuia d’Aragona, Conte di Bibbiena, ecc.)

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per lo sviluppo di manifestazioni culturali presso il Castello di Gressa.

(curatore: Michel Pentasuglia, Conte di Bibbiena, ecc,)

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per la sponsorizzazione e lo sviluppo dell’antico gioco del Calcio Mediceo

(Curatore: Michel Pentasuglia, Conte di Bibbiena, ecc.)

CAPITOLO DI AREA GEOGRAFICA DEL CASENTINO

(Nobile capitolare: Marchese Michel Pentasuglia di Cuia d’Aragona, Marchese del Casentino, ecc)

Ordine dei lavori

Nessuno

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati

Progetto attuativo nel campo della cultura e società per il sostegno e la valorizzazione al museo diffuso del Casentino

(Curatori: Gen. Gonfaloniere Michel Pentasuglia, Marchese del Casentino, Conte di Bibbiena, ecc.; Gen. Gonfaloniere Avv. Gaspare Emanuele Trizzino, Conte di Bibbiena, ecc.)

CAPITOLO CITTADINO DI MONTELUPO FIORENTINO

(Nobile Capitolare Gen. Gonfaloniere Daniele Diana Duranti, Barone di Montelupo Fiorentino)

Ordine dei lavori
Nessuno- (capitolo di recentissima costituzione)

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati
Nessuno- (capitolo di recentissima costituzione)

CAPITOLO CITTADINO DI MONTELUPO FIORENTINO

(Nobile Capitolare Gen. Dama Magistrale Erika Emma Fodrè, Contessa di San Miniato)

Ordine dei lavori
Nessuno- (capitolo di recentissima costituzione)

Progetti capitolari attuativi e normativi avviati
Nessuno- (capitolo di recentissima costituzione)

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing