Magistratura Civica Granducale della Cultura e dell’Arte

ATTIVITA’ E PROGETTI

A partire dal 18 Febbraio 2016 le seguenti attività e i progetti realizzati dalla Associazione Internazionale Medicea sono state presi in carico dalla  Magistratura Civica Granducale della Cultura e dell’Arte che ne affiderà la cura alle proprie Commissioni Civiche Culturali .

1) MUSEO DIFFUSO URBANO DI FIRENZE

2) PROGETTO “SAVE FLORENCE” PER UNESCO

3) LISTA UNESCO “FAMIGLIE STORICHE DELLA NOBILTA’ GRANDUCALE MEDICEA”

4) TUTELA DELLE TRADIZIONI DELLE FAMIGLIE STORICHE DELLA NOBILTA’ GRANDUCALE MEDICEA

ALBO D’ORO MEDICEO

CARICHE E UFFICI

La Magistratura Civica Granducale della Cultura e dell’Arte è un organismo legislativo  costituito all’interno del Capitolo Granducale  con delibera del Presidente Capitolare; essa ha funzione legislativa, attuativa e di controllo. La Magistratura è presieduta da un Magistrato Civico Capitolare scelto fra i Membri Nobili  appartenenti al primo ceto dell’Ordine,  ed è composta da due organi magistrali: 1) Corte Granducale della Cultura e dell’Arte; 2) Gonfalonierato Granducale della Cultura e dell’Arte.

ORGANI  MAGISTRALI

1) CORTE GRANDUCALE

DELLA CULTURA E DELL’ARTE

Organo legislativo Capitolare che delibera le proposte di nuove attività di competenza della Magistratura Granducale della Cultura e dell’Arte,oppure le proposte di nuove leggi da sottoporre alle istituzioni della Repubblica Italiana competenti.

La Corte Granducale  è composta da  3 Gonfalonieri Magistrali scelti fra i Membri appartenenti al secondo ceto dell’Ordine ed un Presidente :

Magistrato Civico Capitolare ( Presidente)

Auditore

Cancelliere,

Relatore

La Corte Granducale siede in Camera di Consiglio e delibera l’accoglimento oppure il rigetto di proposte legislative oppure attuative (progetti)  sottoposte ad essa e dibattute da parte degli organismi legislativi del Gonfalonierato Magistrale

2) GONFALONIERATO MAGISTRALE

DELLA CULTURA E DELL’ARTE

Organo Civico Capitolare che gestisce le funzioni amministrative, tecniche e di controllo di competenza di ciascuna Magistratura; ciascun Gonfalonierato è dotato di un proprio regolamento ed è presieduto da un Gonfaloniere Civico Capitolare scelto fra i membri del primo oppure del secondo  ceto dell’Ordine.

ORGANISMI LEGISLATIVI DEL GONFALONIERATO

Sono organismi legislativi nominati dal Gonfaloniere Civico con funzione di analisi e presentazione delle proposte legislative o dei progetti attuativi i seguenti Comitati Capitolari composti da un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e un Presidente

I comitati Accademici

I comitati tecnici

I Comitati Popolari

ORGANISMI AMMINISTRATIVI DEL GONFALONIERATO

Sono organismi tecnici nominati dal Gonfaloniere Civico con funzione di: 1) Formazione e gestione di progetti e di attività culturali; 2) verifica tecnica della qualità e dell’efficenza di norme e servizi amministrativi Capitolari; 3) verifica della funzionalità e del rispetto di norme Statali e di regolamenti Comunali;  4) Funzioni ausiliarie di  consulenza e assistenza tecnica legislativa in favore di Enti Pubblici e di  Enti Privati

1)Le Commissioni Civiche culturali

2) Le Commissioni interne di controllo

3) Le Commissioni esterne di controllo

3) Le Deputazioni Civiche Magistrali

Le Magistrature Civiche Capitolari sono organismi legislativi costituiti all’interno di ciascun  Capitolo con delibera del Presidente Capitolare oppure del Consiglio Accademico Capitolare; esse sono dotate di proprio regolamento ed hanno funzione legislativa, attuativa e di controllo. Le Magistrature Civiche Capitolari potranno essere erette in qualunque momento successivo alla promulgazione del presente regolamento mediante la redazione di un proprio specifico regolamento che si richiami al presente e firmato dal Presidente del Capitolo.

Parag. 2 Ciascuna Magistratura è composta da

1) La Corte Magistrale, organismo legislativo che delibera le proposte di nuove attività di competenza di ciascuna Magistratura Civica Capitolare, oppure le proposte di nuove leggi da sottoporre alle istituzioni della Repubblica Italiana competenti; la Corte Magistrale è formata da 4 Gonfalonieri Civici Magistrali, dei quali un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e dal Magistrato Civico Capitolare in veste di Presidente, che siedono in camera di consiglio e deliberano l’accoglimento oppure il rigetto delle proposte legislative oppure attuative (progetti) che vengono sottoposte all’approvazione della Corte Magistrale da parte dei Comitati Accademici, dei Comitati Tecnici oppure dei Comitati popolari.

2) Il Gonfalonierato Magistrale, organismo tecnico che gestisce le attività correnti di competenza di ciascuna magistratura ; esso è costituito all’interno di ciascuna  Magistratura Civica Capitolare con delibera del Presidente Capitolare oppure del Consiglio Accademico Capitolare; ciascun Gonfalonierato è dotato di proprio regolamento ed è presieduto da un Gonfaloniere Civico Capitolare scelto fra i membri del primo ceto ( Nobili) o del secondo ceto ( Accademici

Parag 3- Sono organi della Corte Magistrale:

I. Le Commissioni di controllo Magistrali: organismi nominati dal Magistrato Civico capitolare allo scopo di:

a. verificare il rispetto della norme legislative approvate dalla Corte Magistrale oppure la qualità dei risultati rispetto alla “ratio” delle norme medesime.

b. coadiuvare le istituzioni pubbliche nella verifica del rispetto della norme legislative oppure dei regolamenti comunali

II. Le Deputazioni Civiche Medicee i: organismi nominati dal Magistrato Civico capitolare allo scopo di

a. coadiuvare le istituzioni pubbliche nella formazione e/o nell’esame di progetti di legge o di regolamenti comunali

b. coadiuvare le istituzioni private nella formazione o nell’esecuzioni di progetti culturali o sociali

Parag 4:-Sono organi del Gonfalonierato Magistrale

I. I comitati esecutivi : organismi nominativi dal Gonfaloniere Civico capitolare allo scopo di eseguire le attività di ordinaria amministrazione all’interno di un Gonfalonierato Magistrale dell’Ordine

II. I comitati Accademici: organismi nominati dal Gonfaloniere Civico Capitolare allo scopo di organizzare le Accademie Capitolari e presentare alla Corte Magistrale le proposte legislative oppure i progetti formatesi in seno alle Accademie Capitolari.

I comitati accademici sono composti da un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e un Presidente

III. I comitati tecnici: organismi nominativi dal Gonfaloniere Civico capitolare allo scopo di

a. presentare alla Corte Magistrale le proposte legislative oppure i progetti formatesi in seno ai comitati medesimi

b. esaminare le proposte di iniziativa popolare e presentarli poi alla Corte Magistrale .

I comitati tecnici sono composti da un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e un Presidente

Le Magistrature Civiche Capitolari sono organismi legislativi  costituiti all’interno di ciascun  Capitolo con delibera del Presidente Capitolare oppure del Consiglio Accademico Capitolare; esse sono dotate di proprio regolamento ed hanno funzione legislativa, attuativa e di controllo. Le Magistrature Civiche Capitolari potranno essere erette in qualunque momento successivo alla promulgazione del presente regolamento mediante la redazione di un proprio specifico regolamento che si richiami al presente e firmato dal Presidente del Capitolo.

Parag. 2 Ciascuna Magistratura è composta da

1) La Corte Magistrale, organismo legislativo che delibera le proposte di nuove attività di competenza di ciascuna Magistratura Civica Capitolare, oppure le proposte di nuove leggi da sottoporre alle istituzioni della Repubblica Italiana competenti; la Corte Magistrale è formata da 4 Gonfalonieri Civici Magistrali, dei quali un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e dal Magistrato Civico Capitolare in veste di Presidente, che siedono in camera di consiglio e deliberano l’accoglimento oppure il rigetto delle proposte legislative oppure attuative (progetti) che vengono sottoposte all’approvazione della Corte Magistrale da parte dei Comitati Accademici, dei Comitati Tecnici oppure dei Comitati popolari.

2) Il Gonfalonierato Magistrale, organismo tecnico che gestisce le attività correnti di competenza di ciascuna magistratura ; esso è costituito all’interno di ciascuna  Magistratura Civica Capitolare con delibera del Presidente Capitolare oppure del Consiglio Accademico Capitolare; ciascun Gonfalonierato è dotato di proprio regolamento ed è presieduto da un Gonfaloniere Civico Capitolare scelto fra i membri del primo ceto ( Nobili) o del secondo ceto ( Accademici

Parag 3- Sono organi della Corte Magistrale:

  1. I.          Le Commissioni di controllo Magistrali: organismi nominati dal Magistrato Civico capitolare allo scopo di:
    1. verificare il rispetto della norme legislative approvate dalla Corte Magistrale oppure la qualità dei risultati rispetto alla “ratio” delle norme medesime.
    2. coadiuvare le istituzioni pubbliche  nella verifica del rispetto della norme legislative oppure dei regolamenti comunali
  2. II.          Le Deputazioni Civiche Medicee i: organismi nominati dal Magistrato Civico capitolare allo scopo di
    1. coadiuvare le istituzioni pubbliche nella formazione e/o nell’esame di progetti di legge o di regolamenti comunali
    2. coadiuvare le istituzioni private nella formazione o nell’esecuzioni di progetti culturali o sociali

Parag 4:-Sono organi del Gonfalonierato Magistrale

  1. I.          I comitati esecutivi : organismi nominativi dal Gonfaloniere Civico capitolare allo scopo di eseguire le attività di ordinaria amministrazione  all’interno di un Gonfalonierato Magistrale dell’Ordine

  1. II.          I comitati Accademici: organismi nominati dal Gonfaloniere Civico Capitolare allo scopo di organizzare le Accademie Capitolari e presentare alla Corte Magistrale le proposte legislative oppure i progetti formatesi in seno alle Accademie Capitolari.

I comitati accademici sono composti da un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e un Presidente

  1. III.          I comitati tecnici: organismi nominativi dal Gonfaloniere Civico capitolare allo scopo di
    1. presentare alla Corte Magistrale le proposte legislative oppure i progetti formatesi in seno ai comitati medesimi
    2. esaminare le proposte di iniziativa popolare e presentarli poi alla Corte Magistrale .

I comitati tecnici sono composti da un Auditore, un Cancelliere, un Relatore e un Presidente

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing