Corpus filantropico

Per sostenere le attività delle Corporazioni della Comunità granducale medicea l’Ordine Civico Mediceo ha istituito una “commenda di padronato” denominata “Corpus filantropico” e divisa in tre sezioni : Arti, Opere e Ambiente.

La “Commenda” è un istituzione di tipo patrimoniale molto antica che veniva utilizzata per raccogliere donazioni oppure per gestire i beni patrimoniali che in passato venivano donati od affidati agli Enti Ecclesiastici  e agli Ordini Cavallereschi. I filantropi che donavano oppure  affidavano “in commeda” la gestione di beni o denari ad un ente religioso o cavalleresco, erano nobilitati con il titolo onorifico di “Patrono”, oppure con quello di ” Cavaliere Commendatario” che costituisce oggi l’origine etimologica del titolo repubblicano di “Commendatore”.

Patroni e Cavalieri Commendatari,  insieme ai propri eredi, percepivano quindi dall’ Ente ecclesiastico o dall’Ordine Cavalleresco, una parte delle rendite derivanti dai beni donati, oppure affidati ad esso, sia da parte loro che da parte dai propri antenati.

La commenda “Corpus filantropico, riprendendo queste antiche tradizioni ormai scomparse, è una Istituzione patrimoniale filantropica dell’Ordine Civico Mediceo costituita da una selezione di beni, opere ed attività economiche, le quali sono state donate, oppure affidate in gestione a diverso titolo all’Ordine Civico Mediceo, da parte di filantropi. Per poter essere “commendate” (affidate in Commenda) tutte le opere devono possedere caratteristiche intrinseche riferibili ad un valore umano, oppure rappresentare un esempio virtuoso di sostenibilità ambientale.

Catalogazione delle Opere commendate

L’Ordine Civico Mediceo intende fra l’altro costituire, grazie all’istituzione della Commenda Corpus filantropico, anche un archivio pubblico di opere d’arte, attività e beni eseguiti nel rispetto dei valori umani e dell’ambiente, e ciò allo scopo di diffondere poi la conoscenza dei valori umanistici e ambientali rappresentati dalle opere commendate.

Mostra delle Opere commendate

Poichè  le opere commendate rappresentano  un modello virtuoso di valori umani,  le corporazioni dei membri dell’Ordine Civico Mediceo le utilizzano per organizzare “Accademie conviviali umanistiche” e  “Giornate dell’Umanesimo Mediceo” durante le quali  vengono esposte le opere  commendate oppure  esse costituiscono il soggetto di convegni, eventi culturali e eventi socio-politici .

Vendita di opere commendate

Anche nel caso della commenda “Corpus filantropico”, così come si usava in antico per le Commende, le opere sono donate od affidate ad essa da filantropi  allo scopo di dividerne poi con L’Ordine le relative rendite derivanti, ad esempio, dalla loro vendita a terzi oppure dal loro utilizzo.

Le opere commendate sono acquistabili dai membri dell’ordine Civico Mediceo utilizzando speciali buoni di acquisto (voucher esenti Iva)  detti  “Lire granducali”, emessi dall’Ordine medesimo

Il valore facciale dei buoni di acquisto è espresso in valuta granducale Medicea formata sia dalla “Lira Granducale”, che da altre monete numismatiche facsimili di quelle coniate in passato dalla zecca del granducato mediceo di Toscana. Le nuove monete medicee riportano però una data attuale per distinguerle dalle antiche.

Il valore di acquisto  dei buoni è pari ad un euro per ciascuna Lira Granducale riportata come valore facciale dei medesimi.

Regolamento della Commenda

CATALOGO DELLE OPERE COMMENDATE