Regolamento adesione Ordine Civico Mediceo

Art 1) Richieste di adesione

Possono richiedere l’adesione all’Ordine Civico Mediceo tutte le famiglie i cui membri siano nati e risieduti in Toscana nel corso delle ultime tre generazioni , oppure in una Regione Europea o extra europea con radici culturali e umanistiche assimilabili a quelle della Toscana Medicea.

Le richieste possono essere presentate per iscritto alla cancelleria dell’Ordine Civico Mediceo tramite apposito modulo, oppure possono essere rivolte verbalmente ad un membro dell’Ordine che fungerà da presentatore.

Le persone iscritte all’indice degli indesiderabili di cui al punto 7) successivo, non possono far parte dell’Ordine Civico Mediceo, dell’Associazione Internazionale Medicea oppure delle Istituzioni della Corona Granducale Medicea di Toscana.

Art. 2) Quota annuale di adesione all’ Associazione Internazionale Medicea

L’associazione internazionale Medicea è una associazione No profit regolarmente registrata che gestisce l’Albo d’Oro della Civiltà Medicea e  alcune altre attività di natura non commerciale, fra le quali la pubblicazione di una almanacco dell’Albo d’Oro della Civiltà Medicea.

L’adesione all’ Associazione Internazionale Medicea ha validità annuale dal 1/1 al 31/12 di ciascun anno; nel caso la richiesta di iscrizione giunga dopo il 15 Ottobre la validità del periodo associativo è prorogata fino al 31/12 dell’anno successivo a quello della richiesta.

La quota annuale di adesione ammonta ad euro 200,00 e consente:

  • la partecipazione a tutte le attività dell’Associazione Internazionale Medicea;
  • l’iscrizione per un anno solare di tutti i membri del proprio Casato all’ Albo d’Oro storico della Civiltà Medicea.

Art.2) bis. Quota annuale di adesione all’ Ordine Civico Mediceo

L’Ordine Civico Mediceo è una associazione di fatto formata da alcuni membri dell’Associazione Internazionale Medicea i quali, avendo richiesto l’Unione alla Corona Granducale di Sua Altezza Serenissima il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, formano la cosiddetta “Civiltà Medicea” e sono  soggetti al Codice della Corona.

L’adesione all’ Ordine Civico Mediceo ha validità annuale dal 1/1 al 31/12 di ciascun anno; nel caso la richiesta di iscrizione giunga dopo il 15 Ottobre la validità del periodo associativo è prorogata fino al 31/12 dell’anno successivo a quella della richiesta.

Per l’adesione all’Ordine non è prevista alcuna quota associativa.

Art. 3) Pagamento della quota annuale

La quota di adesione all’Associazione Internazionale Medicea  deve essere versata per intero nei seguenti termini:

  • entro 15 giorni dal momento dell’accettazione verbale della proposta di ingresso nell’Ordine Civico Mediceo e/o nell’Associazione Internazionale Medicea.
  • entro il 31 marzo di ogni anno in caso di rinnovo annuale.

L’adesione  all’Associazione internazionale Medicea e all’Ordine Civico Mediceo si intendono tacitamente rinnovate per l’anno successivo qualora l’associato non abbia inviato le proprie dimissioni alla cancelleria dell’Associazione o dell’Ordine tramite lettera raccomandata spedita almeno entro 60 giorni dalla scadenza annuale della validità periodo del periodo di iscrizione.

Art.4) Morosità

In caso di mancato pagamento della quota annuale di adesione entro i  termini sopra previsti decorrerà un periodo di morosità, della durata massima di trenta giorni, durante il quale lo status onorifico della persona morosa verrà annotato come “non regolare” sulla sua scheda personale dell’Albo d’Oro on line della Civiltà Medicea.

Qualora la morosità dovesse persistere oltre il periodo suddetto, la Cancelleria dell’Ordine , fatti dovuti solleciti, provvederà alla radiazione dall’Ordine Civico Mediceo della persona morosa, con  annotazione del provvedimento e delle relative motivazioni nell’Albo d’Oro on line della Civiltà Medicea

Art 5) Dimissioni

Le dimissioni dall’Associazione internazionale Medicea da parte del membro di un Casato, comportano la radiazione dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea di tutti i membri del medesimo Casato, nonchè l’obbligo di restituzione alla Casa Granducale Medicea di Toscana della copia originale di tutti i Diplomi di concessione di titoli onorifici, che in ogni tempo furono concessi a ciascun membro del Casato.

Le dimissioni dall’Ordine Civico Mediceo  possono essere accettate  solo per giusta causa e comportano  la perdita di tutti i propri titoli civici riferiti alle cariche rivestite all’interno dell’Ordine Civico; i titoli onorifici personali restano in vigore solo qualora  le dimissioni vengano accettate dall’Ordine Civico Mediceo

La richiesta di dimissioni dall’Ordine deve essere inviata alla Cancelleria dell’Ordine Civico tramite lettera raccomandata spedita entro 60 giorni dalla scadenza del periodo di validità annuale dell’iscrizione.

La cancellazione dai ruoli dell’Ordine Civico Mediceo sarà valida  a partire dall’anno solare successivo a quello di accettazione delle dimissioni.

Nel caso di rifiuto delle dimissioni da parte dell’Ordine Civico Mediceo,  l’insignito potrà cessare di far parte dell’Ordine esclusivamente richiedendo le  dimissioni dal Corpo della Civiltà Medicea per se e per il proprio Casato, nonchè rinunciando nel contempo a tutti i titoli onorifici concessi al proprio Casato dalla Casa Granducale di Toscana.

Art.6) Cause di radiazione dall’ Ordine Civico Mediceo

Il provvedimento della radiazione dall’Ordine Civico Mediceo è promulgato con decreto di S.A.S il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, emesso al termine di apposita istruttoria effettuata dal Cancellere dell’Ordine Civico Mediceo.

Si incorre nel provvedimento di radiazione  nei seguenti casi:

1) Irriverenza  verso la Corona Granducale di Toscana, i suoi membri, i suoi  organi oppure le sue Istituzioni.

2) Grave inadempienza di servizio nell’ambito delle corporazioni della Civiltà Medicea oppure delle Istituzioni Granducali;

4) Insubordinazione verso i propri superiori commessa da parte di membri delle Magistrature della Corona Granducale;

5) mancata professione pubblica di Fede Civile da parte di un membro del Ceto Nobiliare, dopo che egli sia stato invitato per due volte  consecutive ad intervenire alle relative cerimonie di professione di Fede Civile alla Casa Granducale Medicea di Toscana;

6) mancata professione pubblica di Fede Umanistica da parte di un membro di qualunque ceto, dopo che egli sia stato invitati per due volte  consecutive ad intervenire alle  cerimonie di professione di fede umanistica ai valori umani definiti;

7) Morosità per qualunque causa nei confronti dell’Associazione Internazionale Medicea;

8) Comportamento contraddittorio della parola data;

9) Dichiarazioni non veritiere pubbliche o private .

La radiazione implica:

1) l’annotazione del provvedimento sulla pagina personale dell’insignito pubblicata sull’Albo d’Oro on line, unitamente alla menzione del motivo  che l’ha prodotta.

2) la perdita a tempo indeterminato dei propri titoli civici riferiti alle cariche rivestite all’interno dell’Ordine Civico, nonché la perdita dei titoli onorifici personali concessi dalla Casa Granducale Medicea di Toscana.

3) il divieto per  le Istituzioni e i membri della Civiltà Medicea di intrattenere rapporti personali con la persona radiata.

4) l’inserimento, nei soli casi previsti, del nominativo  della persona radiata nell’indice degli “indesiderabili” dalla Corona Granducale Medicea

art.7) Indice degli indesiderabili

L’Indice è riservato all’uso privato da parte della cancelleria dell’Ordine Civico Mediceo.

Sono inserite nell’ Indice  degli indesiderabili coloro che in ogni tempo furono dichiarati indesiderabili  da Sua Altezza il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano con provvedimento motu proprio; le persone presenti nell’ indice non possono far parte della Civiltà Medicea ne tantomeno essere iscritti all’Albo d’Oro della Civiltà Medicea.

I motivi per cui una persona può essere dichiarata indesiderabile e iscritta all’indice sono i seguenti:

  • Irriverenza verso la Corona Granducale di Toscana, i suoi membri, i suoi  organi oppure le sue Istituzioni.
  • Rifiuto irriverente o privo di giusta causa di un titolo onorifico offerto da S.A.S. il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano.
  • Condanne per delitti che causano l’ineleggibilità alle cariche politiche delle Istituzioni Legislative degli Stati di residenza dei membri del Popolo Granducale Mediceo.
  • Radiazione dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea oppure dall’ordine Civico Mediceo dovuta ad uno o più dei sopra citati motivi.

Art. 8) Decorrenza del regolamento

Il presente regolamento è stato promulgato il primo Marzo 2019 ed ha effetto a partire da tale data.