Atto costitutivo

-ORDINE CIVICO MEDICEO-

“Ente Dinastico Familiare di proprietà della

Storica Casa Granducale Medicea di Toscana

Art. 1. Costituzione e denominazione

I Signori firmatari della scheda di adesione all’Ordine qui di seguito allegata in fac-simile priva di firma( ALL.1), poi da essi sottoscritta in calce in originale  ed allegata al presente atto (all. dal n.2 al n. ) quale parte  integrante e sostanziale del medesimo, dichiarano di costituire, come dal presente Atto costituiscono, un’associazione culturale, sociale e politica senza scopo di lucro, denominata:

-ORDINE CIVICO MEDICEO-

“Ente Dinastico Familiare di proprietà della

Storica Casa Granducale Medicea di Toscana

Per brevità in tutti gli atti pubblici e privati l’Associazione potrà anche essere denominata semplicemente:

“ORDINE CIVICO MEDICEO” oppure “ORDINE”.

Art. 1. Finalità, natura giuridica e sede

Parag. 1 Finalità – L’Ordine è costituito sotto forma di associazione di fatto non riconosciuta e senza scopo di lucro che si prefigge l’intento sviluppare iniziative di carattere culturale, sociale e politico finalizzate alla tutela oppure alla valorizzazione di tradizioni, attività, interessi, salute, bisogni e valori umani.

L’Ordine ha durata illimitata nel tempo ed è regolato dalla normativa civilistica in materia di enti associativi, nonché dal proprio Statuto. L’Ordine ha natura Dinastica e struttura sociocratica  ed intende uniformarsi nello svolgimento della propria attività ai principi di democraticità interna della struttura, di elettività e di gratuità delle cariche associative.

Parag.2 – Natura Giuridica particolare: I soci riconoscono che l’“Ordine Civico Mediceo: 1) ha natura giuridica aggiuntiva particolare di “Ente Dinastico Familiare” di proprietà della attuale Casa Granducale Medicea di Toscana;2)ha natura “Civica” e  non Cavalleresca; 3)che l’iscrizione all’Ordine debba essere è aperta a tutti dietro presentazione sottoscritta da un altro socio.

Art.2 Stemmi e Distintivi: Agli associati non vengono consegnate onorificenze o distinzioni cavalleresche ma distintivi in metallo lavorato con Stemma Mediceo in segno di appartenenza all’Ordine e medaglie in metallo prezioso con Corona Granducale Medicea in segno di distinzione di ruoli e qualifiche attribuite agli associati.

Parag.3- Sede: l’Ordine ha sede legale ed amministrativa a Firenze in Borgo Santi Apostoli 12 a Firenze  e può svolgere la propria attività istituzionale anche presso i luoghi pubblici o privati che di volta in volta meglio si prestano agli scopi prefissi.

In particolare, per lo svolgimento di attività di pubbliche relazioni e di rappresentanza collegate a visite turistiche, l’Ordine utilizza come sedi secondarie occasionali gli appartamenti monumentali del Museo di Palazzo Vecchio e quelli di Palazzo Pitti in Firenze, quelli di Palazzo Medici Riccardi oppure locali di altro genere situati nelle storiche dimore o nei parchi della Casa Granducale Medicea di Toscana.

L’organizzazione nel territorio delle Nazioni in cui,  in virtù di diritti o di convenzioni internazionali, l’Ordine eserciterà la sua attività, potrà comprendere ulteriori sedi secondarie.

Art. 3 Attività istituzionali

Parag. 1 – L’Ordine afferma e diffonde le virtù del sapere umano esercitando, senza distinzione di religione, di razza, di provenienza e di età:

  • attività culturale e sociale per la tutela delle tradizioni, delle attività, degli interessi, della salute e  dei bisogni umani
  • attività  politica non partitica per la raccolta delle firme necessarie alla presentazione di una legge Costituzionale di iniziativa popolare denominata “Legge per l’introduzione dell’Ordinamento Civico Mediceo nella Costituzione della Repubblica Italiana”  e finalizzata ad un’ampia riforma a carattere Repubblicano e partecipativo  dei Principi fondamentali nonché dell’Ordinamento della Costituzione Italiana.

Parag.2 –Svolgimento delle attività:  L’attività dell’Ordine si esegue principalmente tramite riunioni dette “Accademie Capitolari” e consistenti in riunioni pubbliche conviviali fra soci e non soci  finalizzate: 1) all’analisi ed alla risoluzione di problemi amministrativi, sociali e politici della comunità italiana; 2)alla presentazione di studi o progetti di natura politica, economica, sociale e culturale utili al conseguimento degli scopi sociali.

Parag.3 – Attività correlate agli scopi sociali: L’ordine potrà svolgere attività correlate e strumentali a quelle previste dal presente regolamento che ne costituiscono il naturale completamento; potrà inoltre svolgere qualsiasi altra attività purché connessa ai propri  scopi istituzionali e che venga ritenuta utile per il conseguimento delle finalità associative.

Parag 4Divieto di svolgimento di altre attività: È fatto divieto agli organi amministrativi dell’Ordine di svolgere all’interno dell’Ordine attività con scopi diversi da quelli sopra indicati, ad eccezione di quelle ad essi direttamente connesse od accessorie e comunque con l’esclusivo perseguimento delle finalità associative.

Resta altresì tassativamente escluso dallo scopo sociale da conseguire lo svolgimento in nome dell’Ordine di qualsiasi attività che sia riservata, a tenore delle vigenti leggi, a professioni protette, attività che potrà tuttavia essere svolta esclusivamente in via professionale in favore dell’ordine da professioniste persone fisiche iscritte in corretti Albi o Ordini professionali.

Parag. 5– Attività economiche e gestione delle risorse: L’Ordine potrà compiere operazioni immobiliari, mobiliari, finanziarie e commerciali, pubblicitarie o editoriali, occasionali e marginali, non svolte professionalmente e comunque correlate allo scopo sociale, necessarie ed utili al raggiungimento delle sopra dette finalità, oltre a partecipare ad altre associazioni o società con oggetto analogo al proprio, e promuovere associazioni analoghe.

Art.5. Onori e privilegi dei soci

Parag.1.- Titolo di Gonfaloniere Granducale : Tutti  soci ricevono della Casa Granducale Medicea  da essa, nel persona del suo rappresentante Dinastico  e Granduca Titolare di Toscana, l’autorizzazione ad indossare il distintivo con stemma Mediceo ed il decreto di nomina a “Gonfaloniere Granducale”.

Parag.2.- Consenso informato Aderendo all’associazione i soci accettano implicitamente di: a) essere definiti “Gonfalonieri Granducali” e di rappresentare come tali la Casa Granducale Medicea di Toscana e le sue secolari tradizioni durante tutte le cerimonie pubbliche e private ove non sia presente il Granduca Capitolare ; c) acconsentono implicitamente all’atto della loro iscrizione che l’Ordine Civico Mediceo abbia anche la natura giuridica particolare di ” Ente Dinastico Familiare” e stabiliscono che esso come tale costituisca un patrimonio culturale immateriale di proprietà della Storica Casa Granducale Medicea di Toscana nella persona del Granduca Capitolare dell’Ordine ora in carica.

Parag. 3. Riconoscimento dinastico: soci Gonfalonieri concordano che il primo Granduca Capitolare dell’Ordine debba essere e sarà a vita Sua Altezza il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, Principe di Toscana, Granduca di Toscana Titolare* , Legatario della Primogenitura Dinastica stabilita nel 1739 per testamento da S.A.E Anna Maria Luisa de’Medici, Elettrice Palatina, in favore dell’agnazione Medicea (parenti più prossimi).

Parag. 4 Trasmissione del Titolo Granducale In caso di scomparsa o di inabilità permanente del Granduca Capitolare dell’Ordine ora in carica, avranno diritto a succedere a vita nella carica di Granduca Capitolare i suoi eredi maschi primogeniti in infinito pro tempore esistenti, purché però essi saranno  residenti a Firenze altrimenti il Granducato dell’Ordine passerà in infinito all’erede agnato maschio residente più prossimo successivo del Granduca Capitolare ora in carica ed ai suoi eredi maschi residenti, sempre serbato l’ordine di primogenitura.

*( Bolla di investitura Granducale data dal Papa Pio V a Cosimo 1° de’ Medici il  27/8/1569 in favore dei suoi discendenti maschi primogeniti e, in caso di loro estinzione, dei suoi parenti collaterali più prossimi)

Art. 6. Statuto

L’Ordine è retto dallo Statuto che si allega al presente Atto; esso sarà corredato da appositi regolamenti che saranno qualora il Granduca Capitolare dell’Ordine ne ravvedrà di volta in volta la effettiva necessità; lo statuto esplica in maniera articolata i riferimenti ideali, l’attività e organizzazione dell’Ordine, formandone parte integrante e sostanziale.

Art. 7. Ruoli e Cariche

Parag.1 Cariche e Ruoli dei soci fondatori. Fino al prossimo Consiglio Accademico del Capitolo Granducale, a ciascun socio Fondatore spettano le qualifiche indicate nella scheda di adesione all’Ordine da lui firmata ed allegata in calce al presente atto.

Parag. 2 Presidente e Granduca Capitolare :

Fino al prossimo Consiglio Accademico del Capitolo Granducale a S.A.S il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, Granduca Capitolare dell’Ordine Civico Mediceo, spettano la carica di

1) Presidente del Capitolo Granducale  :

2) Tesoriere

3) Segretario Politico.

Spetta al Presidente del Capitolo Granducale l’onere di sottoscrivere atti; di rappresentare legalmente l’associazione di fronte a terzi e in giudizio; di concludere contratti, stipulare accordi oppure impegnare l’associazione in rapporti bancari, assicurativi e di qualunque altra natura.

Art. 8. Avviamento

Per avviare l’attività i soci fondatori verseranno una quota di euro 180 ( centottanta) che andrà a costituire il fondo comune dell’Associazione.

Le persone che entreranno successivamente  a fare parte dell’Ordine, verseranno la quota di iscrizione annualmente stabilita dal Consiglio Accademico Capitolare del Capitolo Granducale oppure di altri Capitoli.

Art. 9. Spese di costituzione

Le spese del presente Atto, sua registrazione, annesse e dipendenti sono a carico dell’Associazione.

Art 10.Inizio attività

I soci fondatori incaricano espressamente il Presidente dell’associazione, nonché Granduca Capitolare dell’Ordine, di compiere tutti gli necessari per la costituzione dell’Associazione e  l’inizio dell’attività sociale, come ad esempio l’apertura e la tenuta di conti correnti intestati all’Ordine, operazioni di natura giuridica, commerciale o finanziaria, stipula di contratti a nome dell’Ordine, assunzione di personale, conferimento di incarichi a professionisti eccetera.

Letto, approvato e sottoscritto in originale dai seguenti soci fondatori tramite le apposite schede di adesione all’Ordine sottoscritte in calce in originale  ed allegate al presente atto (all. dal n.2 al n. )di cui esse costituiscono parte integrante e sostanziale.

Firenze, ………………………………

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing