I Medici Principi di Ottajano: cenno storico

I Principi di Ottajano sono il ramo cadetto della dinastia Granducale Medicea di Toscana; insieme con i Marchesi Medici-Tornaquinci sono l’unico stipite del Casato ancora esistente e anche quello più prossimo all’estinto ramo Granducale.

Il capostipite dei Medici Principi di Ottajano fu il senatore Ottaviano de’ Medici, sposato a Bartolomea Giugni, dalla quale ebbe Bernardetto e Costanza, Contessa di Donoratico, mentre in seconde nozze sposò Francesca Salviati, nipote di Lorenzo il Magnifico, dalla quale ebbe un altro figlio, Alessandro, futuro papa Leone XI;

Bernardetto di Ottaviano sposò Giulia de’ Medici, figlia del Duca di Firenze Alessandro, discendente quindi dal ramo di Cosimo il Vecchio e Lorenzo il Magnifico, e fu il primo a trasferirsi a Napoli, ove acquistò nel 1565 il feudo di Ottajano (attuale Ottaviano -NA) da Cesare Gonzaga, Principe di Molfetta.

La famiglia nel 1608 fu’ iscritta al Real Monte Manso, nel 1686 fu aggregata al Patriziato del Seggio di Montagna e, dopo l’abolizione dei Sedili (1800), fu iscritta nel Libro d’Oro napoletano.

Fu insignita dei titoli di Principi di Ottajiano (1600), Duchi di Sarno (1693) e di Miranda (per successione casa Caracciolo-Gaetani). I Medici di Ottajano ottennero anche  le onorificenze del Grandato di Spagna di 1^ classe, del Reale Ordine di S. Gennaro e dell’Ordine di S. Ferdinando e del Merito.

Giuseppe de’Medici di Ottajano nel 1737 ereditò dalla Casa Granducale di Toscana il titolo di Granduca e Principe di Toscana e, ancor prima della morte del Granduca di Toscana Giangastone, avvenuta appunto nel 1737, si portò  a Vienna per chiedere alla Corte Imperiale che gli venisse riconosciuto il proprio diritto a succedere sul trono di Toscana ma le sue richieste non furono accolte sebbene fossero supportate dalla Corona di Spagna. I Predicati dei titoli di Principe di Toscana e Granduca  di Toscana titolare vennero cognomizzati sui documenti anagrafici riferiti a Giuseppe e si trasmisero fino ad oggi per via anagrafica a tutti i suoi discendenti come parte del cognome de’Medici di Toscana di Ottajano

Giuseppe morì misteriosamemte a Livorno il 18 Febbraio 1743 esattamente lo stesso giorno in cui morì anche Anna Maria Luisa de’Medici, Elettrice Palatina.

Questa coincidenza, unita al fatto che esisteva a Firenze ed in Toscana un partito mediceo supportato dalla Spagna che cercava di far valere i diritti medicei di succesione al Granducato, ha sempre fatto supporre che Giuseppe, in realtà, venne avvelenato per evitare che egli costituisse una minaccia alla supremazia degli Asburgo Lorena che si erano impossesati del Granducato di Toscana.

Fra i discendenti di Giuseppe de’Medici di Toscana si fece particolarmente onore in politica il nipote Luigi dè Medici di Toscana di Ottajano (Napoli,1759†Madrid,1830), il quale fu infatti primo Ministro del Regno delle Due  Sicile per molti anni.

Alessandro de’Medici (1777†1843)  di Toscana, nipote del predetto Luigi, fu invece Maresciallo di Campo dell’esercito napoletano  di Gioachino Murat  ed ottenne dal Re per i propri meriti un feudo a Macerata dove vissero i suoi eredi per due generazioni. Alessandro sposò Francesca d’Aquino (†1871) ed i loro discendenti divennero in seguito Marchesi di Acquaviva con Goffredo de’Medici per successione dalla Casa Carmignano

Edoardo de’Medici di Toscana, (1857†1938) nipote del predetto Alessandro nonchè cugino di Goffredo, fu Generale di divisione nel Regio Esercito ed i suoi doveri di servizio gli imposero di trasferirsi da Napoli in Piemonte ove visse nel Castello di Monale d’Asti e sposò Paola Scarampi, dei Conti di Monale, da cui nacque Paolo (1896†1973)

Paolo de’Medici di Toscana, figlio del predetto Edoardo,  fu Tenente Colonnello del Regio Esercito e dopo il congedo dall’esercito, avvenuto nel 1918, si trasferì dal Castello di Monale d’Asti a Milano dove divenne imprenditore e fondò nel 1923    una  importante  azienda industriale che diresse fino al 1970, tre anni prima della sua morte avvenuta nel 1973.

Paolo de’Medici di Toscana sposò Fanny Kuster da cui nacquero Lorenza (1925) e Cosimo (1929†1981)

Cosimo de’Medici di Toscana, figlio del predetto Paolo, segui le orme paterne come imprenditore ed amministrò  l’azienda di famiglia fino al 1981, anno della sua morte.

Cosimo de’Medici di Toscana  sposò Francesca Romana Sella, figlia del banchiere Venanzio Sella della omonima banca; dal matrimonio nacquero Ottaviano,Costanza e Paolo.

Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, figlio del predetto Cosimo, primo della Casata Medicea ad aver riportato nel 2001 la sede della famiglia  a Firenze dopo oltre quattro secoli e mezzo trascorsi fra Napoli (1569/1894), Monale d’Asti (1894/1923) e Milano (1923/2001).

A seguito del proprio trasferimento a Firenze avvenuto nel 2001, Sua Altezza Serenissima il Principe Ottaviano  è divenuto l’attuale rappresentante Dinastico titolare della Casa Granducale Medicea in quanto legatario della Primogenitura Dinastica stabilita per testamento da S.A.E. Anna Maria Luisa de’ Medici, Elettrice Palatina ed ha assunto per se ed i propri discendenti diretti tutte le preorogative dinastiche granducali della storica Casa le Medicea di Toscana; S.A il Principe Ottaviano dal 2001 è pertanto l’attuale Principe di Toscana e Granduca titolare di Toscana

S.A il Principe di Toscana è  divorziato ed ha tre figli: S.A.S il Principe Cosimo Maria (n. 3/6/91) , S.A.S il Principe Guglielmo Ottaviano ( n. 2/6/92) e S.A.S. il  Principe Lorenzo (27/9/09), Granprincipe di Toscana Titolare in quanto è l’unico dei figli residente a Firenze.

visulizza l’albero genealogico

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing