Corpo dei Gonfalonieri di Cultura e Libertà

Il Corpo dei Gonfalonieri di Cultura e Libertà è  formato da membri dell’Ordine Civico Mediceo appassionati di arte, di storia, di cultura e di politica.

I Gonfalonieri di Cultura e Libertà, partendo dalle considerazioni dei primi umanisti del sec. XIII impegnati anche nella politica (come Coluccio Salutati e Poggio Bracciolini),  sostengono  la necessità  di stabilire nei tempi attuali un forte legame fra elaborazione intellettuale e impegno politico. Essi sostengono inoltre la validità del principio filosofico greco secondo il quale la Libertà nasce dalla Conoscenza.

I Gonfalonieri di questo Corpo organizzano eventi storico- culturali finalizzati a conoscere l’arte, la storia, la cultura,la natura,le tradizioni e la politica degli antichi stati italiani nonchè a proporre una riforma per la gratuità delle  cariche politiche elettive; contemporaneamente essi propongono anche una riforma del sistema elettorale della Repubblica Italiana finalizzata al rafforzamento della democrazia ed al miglioramento della qualità umane e culturali dei politici eletti. La proposta prevede che l’elezione alle cariche consiliari e parlamentari dello Stato avvenga, come negli antichi comuni rinascimentali, tramite sorteggio effettuato fra una rosa di candidati selezionati per il loro elevatissimo livello culturale e morale; il sorteggio e la preselezione dei candidati sarebbero effettuati da un apposito organo selezionatore indipendente, detto come si usava in antico “Magistratura delle tratte”, sulla base di criteri qualitativi e meritocratici stabiliti dalla Corona Granducale Medicea di Toscana, Entità Sovrana senza territorio di diritto internazionale con funzioni, in questo caso, consultive e arbitrali.

L’attuale democrazia risulterebbe migliorata e  rafforzata dal nuovo sistema elettorale grazie: 1) all’indipendenza totale dai partiti della “Magistratura delle tratte” e della Corona Granducale Medicea di Toscana; 2) alla facoltà da parte di chiunque di poter accedere liberamente alle preselezioni dei candidati ; 3) all’alea del sorteggio che rende impossibile da parte di chiunque condizionare l’elezione finale del candidato; 4) alla maggior motivazione nello svolgimento del proprio impegno da parte dei politici,  dovuta alla gratuità e all’ onorabilità del loro incarico; 5) alle garanzie di imparzialità da parte della Corona Granducale Medicea di Toscana nella scelta qualitativa e meritocratica dei criteri di selezione dei candidati eleggibili; la Corona Medicea di Toscana è infatti Entità Sovrana di diritto internazionale storicamente indipendente e peraltro ancora dotata di fons honorum valida, cioè della facoltà di concedere onorificenze e titoli nobiliari riconosciuta a livello internazionale.

I gonfalonieri del Corpo di Cultura e Libertà contribuiscono con donazioni alla crescita ed alla visibilità delle opere d’arte della Commenda dell’Ordine Civico Mediceo “Corpus filantropico delle Arti “ e investono  eventuali proventi derivanti dalle rendite della commenda suddetta, in borse di studio a favore di studenti del corso di Alta formazione in scienze politiche Umanistiche e nobiliari Medicee tenuto dall’ Accademia Umanistica Medicea.