Regolamento di adesione alla Civiltà Medicea e Albo d’Oro

Art.1)  Appartenenza al Civiltà Medicea.

Appartengono al Popolo Granducale Mediceo le persone di tutto il mondo che nei tempi attuali provano spontaneamente stima e riverenza verso la Casa Granducale Medicea di Toscana ed  i suoi attuali rappresentanti.

Fanno parte della Civiltà Medicea  i membri dei Casati che in ogni tempo ebbero un titolo civico oppure onorifico concesso da un Granduca Mediceo, anche non regnante.

L’appartenenza alla Civiltà Medicea può essere:

  • personale quando è attestata con lettera patente granducale di concessione di un titolo onorifico personale  firmata dal Cancelliere dell’Ordine Civico Mediceo; la Civiltà personale  viene conferita all’insignito per tutta la vita .
  • generosa quando è attestata con decreto granducale di concessione di un titolo onorifico trasmissibile in linea maschile e/o femminile, concesso da  un Granduca Mediceo anche non regnante.

Tutti i membri effettivi dell’Ordine Civico Mediceo appartengono di diritto alla Civiltà Medicea.

Art 2) Richieste di unione alla Civiltà Medicea

Per appartenere alla Civiltà Medicea occorre chiedere l’Unione alla Corona Granducale di Sua Altezza Serenissima il Granduca Ottaviano de’ Medici di Toscana di Ottajano

Possono chiedere l’Unione alla Corona Granducale Medicea  tutte le famiglie i cui membri siano nati e risieduti in Toscana nel corso delle ultime tre generazioni , oppure in una Regione Europea o extra europea con radici culturali e umanistiche assimilabili a quelle della Toscana Medicea.

Le richieste di Unione possono essere presentate per iscritto alla cancelleria dell’Ordine Civico Mediceo tramite apposito modulo, oppure possono essere rivolte verbalmente ad un membro dell’Ordine Civico Mediceo  che fungerà da presentatore.

Le persone iscritte all’Indice degli indesiderabili di cui al successivo articolo 11) non possono far parte della Civiltà Medicea, dell’Ordine Civico Mediceo oppure delle Istituzioni Granducali.

Art.3) Capitoli territoriali della Civiltà Medicea.

L’insieme circoscritto di membri della Civiltà Medicea che vivono in un medesimo territorio costituisce un Capitolo territoriale ed è regolato  dal Codice della Corona di S.A.S. il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano

Ciascun Capitolo non è una associazione ma una comunità considerabile come l’ attuale espressione culturale variegata della antica civiltà umanistica e rinascimentale Medicea. I membri di ciascun Capitolo possono formare fra loro delle specifiche associazioni ai sensi delle propri Leggi Nazionali.

Gli Stati Sovrani aderenti alla convenzione Unesco 2005 per la tutela e la valorizzazione della diversità di espressione culturale sono pertanto tenuti, ai sensi di detta convenzione, a tutelare e valorizzare  la Corona Granducale Medicea di Toscana e i suoi Capitoli territoriali , eventualmente anche norma delle proprie leggi nazionali.

Art.4) Albo d’Oro storico della Civiltà Medicea.

Sono inseriti d’ufficio nell’Albo d’Oro storico tutti i membri attuali della Civiltà Medicea  in possesso dei seguenti requisiti:

  • Non abbiano tenuto una condotta personale considerata “disonorevole” in base ai criteri  previsti dal Codice della Corona.
  • Possiedano uno dei seguenti titoli onorifici concessi da S.A.S il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano.
    • Titolo di unione alla Corona             (Ceto degli Uniati)
    • Titolo onorifico di Distinta Civiltà  (Ceto Generoso)
    • Titolo onorifico di Cortesia              (Ceto Cortese)
    • Titolo onorifico Gentilizio               (Ceto Gentilizio)
    • Titolo onorifico Nobiliare                (Ceto Nobiliare)
    • Titolo onorifico Patrizio                   (Ceto Patrizio)

Sono inoltre inseriti d’ufficio nell’Albo d’Oro storico i nominativi dei Casati della Civiltà Medicea che fra il 1532 ed il luglio 1737 furono insigniti da un Granduca di Toscana di uno o più dei seguenti titoli onorifici:

  • Cavaliere dell’Ordine di Santo Stefano
  • Senatore del Senato dei 48 della Città di Firenze
  • Consigliere dei 200 della Città di Firenze
  • Titolo nobiliare di cittadinanza
  • Titolo nobiliare feudale concesso, confermato oppure rinnovato

Art. 5) Quota annuale di adesione all’Albo d’Oro

La redazione dell’Albo d’Oro storico della Civiltà Medicea è curata  dall’ Associazione Internazionale Medicea esclusivamente in favore dei propri soci, pertanto coloro i quali, avendone diritto, desiderano essere menzionati cin l’ Albo d’Oro della Civiltà Medicea, devono essere soci della suddetta Associazione.

Art. 6) Quota annuale di adesione all’ Associazione Internazionale Medicea

L’associazione internazionale Medicea è una associazione No profit regolarmente registrata che gestisce l’Albo d’Oro della Civiltà Medicea e  alcune altre attività di natura non commerciale, fra le quali la pubblicazione di una almanacco dell’Albo d’Oro della Civiltà Medicea.

L’adesione all’ Associazione Internazionale Medicea ha validità annuale dal 1/1 al 31/12 di ciascun anno; nel caso la richiesta di iscrizione giunga dopo il 15 Ottobre la validità del periodo associativo è prorogata fino al 31/12 dell’anno successivo a quello della richiesta.

La quota annuale di adesione ammonta ad euro 200,00 e consente:

  • la partecipazione a tutte le attività dell’Associazione Internazionale Medicea;
  • l’iscrizione per un anno solare di tutti i membri del proprio Casato all’ Albo d’Oro storico della Civiltà Medicea.

Art.6) bis. Quota annuale di adesione all’ Ordine Civico Mediceo

L’Ordine Civico Mediceo è una associazione di fatto formata da alcuni membri dell’Associazione Internazionale Medicea i quali, avendo richiesto l’Unione alla Corona Granducale di Sua Altezza Serenissima il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, formano la cosiddetta “Civiltà Medicea”e sono  soggetti al Codice della Corona.

L’adesione all’ Ordine Civico Mediceo ha validità annuale dal 1/1 al 31/12 di ciascun anno; nel caso la richiesta di iscrizione giunga dopo il 15 Ottobre la validità del periodo associativo è prorogata fino al 31/12 dell’anno successivo a quella della richiesta.

Per l’adesione all’Ordine non è prevista alcuna quota associativa.

Art. 7) Termini di pagamento

La quota annuale di adesione all’Albo d’Oro  deve essere versata per intero entro il 31 marzo di ogni anno a favore dell’Associazione Internazionale Medicea, nei seguenti termini:

  • entro 15 giorni dal momento dell’accettazione verbale della proposta di adesione all’Albo d’Oro da parte del richiedente.
  • entro il 31 marzo di ogni anno in caso di rinnovo annuale

L’adesione  all’associazione Internazionale Medicea e all’ Albo d’Oro della Civiltà Medicea  si intendono tacitamente rinnovate per l’anno successivo qualora l’associato non abbia inviato le proprie dimissioni alla cancelleria dell’Associazione tramite lettera raccomandata, spedita almeno entro 60 giorni dalla scadenza annuale della validità periodo del periodo di iscrizione.

Art.8) Morosità

In caso di mancato pagamento della quota annuale di adesione entro i  termini stabilita decorrerà un periodo di morosità, della durata massima di trenta giorni, durante il quale lo status onorifico della persona morosa verrà annotato come “non  regolare” sulla sua scheda personale dell’Albo d’Oro on line della Civiltà Medicea.

Qualora la morosità dovesse persistere oltre il periodo suddetto la Cancelleria dell’Associazione Internazionale Medicea , fatti dovuti solleciti, provvederà alla radiazione della persona morosa dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea, con  annotazione del provvedimento e delle relative motivazioni nell’Albo d’Oro on line.

Art 9) Cancellazione dall’Albo  d’Oro.

La cancellazione del nominativo del proprio Casato dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea   comporta  la perdita di tutti i propri titoli onorifici concessi dalla Casa Granducale Medicea di Toscana.

La richiesta di cancellazione deve essere inviata alla Cancelleria dell’Associazione Internazionale Medicea tramite lettera  raccomandata spedita entro 60 giorni dalla scadenza del periodo di validità annuale dell’iscrizione.

La richiesta di cancellazione deve tassativamente essere accompagnata dalle copie originali di tutte le lettere patenti e i decreti granducali di concessione di tutti i titoli onorifici che in ogni tempo furono concessi a ciascun membro del Casato. In mancanza di tali documenti la cancellazione non potrà avere luogo e la quota annuale di adesione sarà comunque dovuta.

 Art.10) Cause di radiazione dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea

Il provvedimento della radiazione dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea è promulgato con decreto motu proprio  da S.A.S il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, al termine di apposita istruttoria effettuata dal Cancelliere dell’Ordine Civico Mediceo.

Si incorre nel provvedimento di radiazione  nei seguenti casi:

1) Irriverenza  verso la Corona Granducale di Toscana, i suoi membri, i suoi  organi oppure le sue Istituzioni.

2) Grave inadempienza di servizio nell’ambito delle corporazioni della Civiltà Medicea oppure delle Istituzioni Granducali;

4) Insubordinazione verso i propri superiori commessa da parte di membri delle Magistrature della Corona Granducale.

8) Morosità per qualunque causa nei confronti dell’Associazione Internazionale Medicea che gestisce l’Albo d’Oro della Civiltà Medicea

9) Condanne per delitti che causano l’ineleggibilità alle cariche politiche delle Istituzioni Legislative degli Stati di residenza dei membri del Popolo Granducale Mediceo.

La radiazione implica:

1) la annotazione del provvedimento sulla pagina personale dell’insignito pubblicata sull’Albo d’Oro on line, unitamente alla menzione del motivo  che ha prodotto la radiazione.

2) la perdita a tempo indeterminato del proprio titolo onorifico o civico.

3) la radiazione dall’Ordine Civico Mediceo

3) il divieto per  le istituzioni e i membri della Civiltà Medicea e dell’Ordine Civico Mediceo di intrattenere qualsiasi tipo di rapporto personale con la persona radiata.

4) l’inserimento, nei casi previsti, del nominativo  della persona radiata nell’indice degli “indesiderabili” dalla Corona Granducale Medicea

11) Indice degli indesiderabili

L’Indice è riservato all’uso privato da parte della cancelleria dell’Ordine Civico Mediceo.

Sono inserite nell’ Indice  degli indesiderabili coloro che in ogni tempo furono dichiarati indesiderabili  da Sua Altezza il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, oppure che furono radiate dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea e/o dall’Ordine Civico Mediceo.

Le persone presenti nell’ indice non possono far parte della Civiltà Medicea ne tantomeno essere iscritti all’Albo d’Oro della Civiltà Medicea.

I motivi per cui una persona può essere dichiarata indesiderabile e iscritta all’indice sono i seguenti:

  1. Irriverenza verso la Corona Granducale di Toscana, i suoi membri, i suoi  organi oppure le sue Istituzioni.
  2. Rifiuto irriverente o privo di giusta causa di un titolo onorifico offerto da S.A.S. il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano.
  3. Condanne per delitti che causano l’ineleggibilità alle cariche politiche delle Istituzioni Legislative degli Stati di residenza dei membri del Popolo Granducale Mediceo.
  4. Radiazione dall’Albo d’Oro della Civiltà Medicea dovuta ad uno o più dei motivi sopra citati:
    • irriverenza verso la Corona Granducale di Toscana, i suoi membri, i suoi  organi oppure le sue Istituzioni;
    • grave inadempienza di servizio;
    • insubordinazione verso i propri superiori;
    • mancata professione pubblica di Fede Civile da parte di membri del Ceto Nobiliare;
    • mancata professione pubblica di Fede Umanistica da parte di membri di qualunque ceto;
    • comportamento contraddittorio della parola data;
    • dichiarazioni non veritiere pubbliche o private;
    • morosità per qualunque causa nei confronti dell’Ordine Civico Mediceo oppure dell’Albo d’Oro della Civiltà.

Art. 12) Decorrenza del regolamento

Il presente regolamento è stato promulgato il primo Marzo 2019 ed ha effetto a partire da tale data.