MUSEO DIFFUSO URBANO

IL MUSEO DIFFUSO URBANO DI FIRENZE DEGLI ANTICHI GONFALONI DI QUARTIERE          (seguici su Facebook)

Allo scopo di realizzare il piano di Azione n.9 del Progetto SAVE FLORENCE, il Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano, Presidente della Associazione Internazionale Medicea ha fondato il Museo Diffuso Urbano di Firenze; esso interverrà sullo spazio urbano contenuto all’interno del perimetro di 8500 metri rappresentato dalla antica terza cerchia muraria cittadina relizzata da Arnolfo di Cambio fra il 1284 e il 1333.

Scopo specifico del Museo Diffuso Urbano di Firenze degli antichi Gonfaloni di Quartiere è quello di informare preventivamente i futuri visitatori circa la vastità del patrimonio culturale di Firenze e di faciltarne la sua conoscenza proponendo loro di visitare la Città, non in modo frettoloso e generico seguendo i pochi schemi suggeriti dal turismo di massa, ma bensi in modo esauriente e specifico procedendo “di Gonfalone in Gonfalone”, ovvero esplorando un Gonfalone alla volta lungo i percorsi consigliati del nostro Museo Diffuso Urbano.

Ciascuno dei sedici Gonfaloni contiene infatti un immensità di tesori nascosti che si equivalgono per bellezza gli uni con gli altri ; se vogliamo dunque salvare Firenze da un turismo di massa che resta in Città solo un giorno ( 2,03 notti), questa nuova divisione della Città in Gonfaloni sarà molto utile perchè, dimostrando che ciascun Gonfalone contiene dei tesori unici ed imperdibili, incentiverà i visitatori a spargersi per la città in cerca di questi tesori anzichè a percorrere solo il tracciato che collega gli Uffizi con L’Accademia, come succede ora!

COSA SONO GLI ANTICHI GONFALONI DI QUARTIERE DI FIRENZE

Nel 1282 Firenze, libera dal governatorato angioino, istituì la Signoria,massima magistratura della Repubblica e diretta espressione delle Arti, che con gli aggiornamenti di giustizia portati da Giano della Bella rimase attiva fino al 1530, anno della caduta della Repubblica. Anche amministrativamente la città ebbe una nuova divisione che rese più agile la sovrintendenza fiscale,giudiziaria e militare. Abbandonando la divisione in sestieri si torno a dividere Firenze in quattro parti e ognuno dei quartieri ottenuti lo si divise ancora in quattro gonfaloni, secondo questo schema:

QUARTIERE DI SAN GIOVANNI

Lion d’Oro; Drago di San Giovanni; Vaio; Chiavi.

QUARTIERE SANTA CROCE

Ruote; Bue; Lion Nero; Carro.

QUARTIERE DI SANTA MARIA NOVELLA

Unicorno; Lion Bianco; Lion Rosso; Vipera.

QUARTIERE DI SANTO SPIRITO

Drago di Santo Spirito; Ferza; Nicchio; Scala.

*****

Seguici su Facebook

COME FUNZIONA IL MUSEO DIFFUSO URBANO DI FIRENZE DEGLI ANTICHI GONFALONI DI QUARTIERE

L’ecomuseo sarà dunque diviso in sedici sezioni, ciascuna delle quali avrà un’area corrispondente allo spazio urbano occupato dagli antichi Gonfaloni di quartiere e proporrà “come oggetti del museo“, nel loro divenire storico, le seguenti “opere” che sono “esposte” nei luoghi descritti dal nostro sito e che saranno “visitabili” seguendo visite guidate ed itinerari suggeriti:

• I tesori artistici sia poco noti che conosciuti e l’architettura di eccellenza
• I musei noti
• La struttura urbanistica nel suo divenire storico.
• La affascinante toponomastica e altre testimonianze storiche che ci raccontano la vita nel Gonfalone.
• Le imprese e le botteghe di artigianato “Tipico Fiorentino” oppure di genere “tradizionale” presenti nel Gonfalone
• Gli esercizi tipici, selezionati e recensiti dal Principe Ottaviano de’ Medici di Toscana di Ottajano
• Gli esercizi storici con oltre 50 anni di attività annoverati dal Comune di Firenze
• Le botteghe d’arte e gli studi di Artista operanti nel Gonfalone
• Le antiche accademie
• Gli odierni cenacoli culturali di eccellenza.
• Gli studi e le dimore di uomini contemporanei di Cultura ( Poeti, Letterati, Scienziati, Cultori di varie discipline.)
• Le testimonianze orali della tradizione.

Relativamente a ciascun Gonfalone verranno poi fornite nel sito www.de-medici.com anche le seguenti informazioni :

• Gli eventi culturali, mondani e le feste tradizionali
• Le curiosità e gli spettacoli
• Le rievocazioni tramite figuranti delle antiche ” Potenze e Signorie festeggianti”
• Gli Hotel di charme
• I ristoranti tipici
• I bar tradizionali
• I circoli privati
• I centri di informazione e promozione turistica su Firenze e la Toscana
• I centri di promozione delle relazioni economiche e degli interscambi culturali
• I punti di promozione e vendita di pubblicazioni editoriali su Firenze e la Toscana

COME SI VISITA IL MUSEO DIFFUSO URBANO

Per visitare il Museo Diffuso Urbano la Associazione Internazionale Medicea ha realizzato per i propri soci dei servizi gratuiti di guida turistica in quasi tutti i principali musei cittadini, nonché presso molti altri luoghi di interesse. I servizi guida sono usufruibili mostrando la tessera della associazione al personale che si trova al punto di partenza delle visite. La tessera di socio sostenitore costa 50 euro e da diritto ad un numero illimitato di servizi guida durante l’anno di validità annuale sono previste anche altre formule associative che prevedono sconti per famiglie, per gli ospiti di soci e per giovani fino a 26 anni.
La tessera di socio ordinario per effettuare un solo servizio guida costa 20 Euro
In tutti i casi il costo di eventuali biglietti di ingresso ai musei sarà sempre a carico dei soci mentre il servizio guida sarà sempre gratuito.

COME ISCRIVERSI  ALL’ASSOCIAZIONE E PARTECIPARE ALLE VISITE GUIDATE.

Per iscriversi all’Associazione e visitare il Museo Diffuso Urbano consultare la pagina DIVENTA SOCIO

NOTE SULLA TESSERA ASSOCIATIVA:

La tessera è numerata e strettamente personale;  essa deve essere mostrata all’inizio di ciascuna visita guidata al personale di accoglienza che si trova al punto di incontro fissato per la partenza della visita. Il personale può ritirare la tessera se non conforme. Non sono consentiti duplicati senza presentazione di regolare denuncia di smarrimento presso le autorità competenti. L’abuso sarà punito a termini di legge.

La sottoscrizione della quota associativa attesta l’accettazione delle norme statutarie dell’Associazione Internazionale Medicea per la protezione delle Arti delle Scienze e delle Lettere.

LA QUOTA SOTTOSCRITTA NON E’ RIMBORSABILE.

Validità della tessera: anno solare 1 gennaio-31 dicembre

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing