IL GONFALONE DEL LION BIANCO

LE PARROCCHIE DEL GONFALONE

Il gonfalone comprendeva parte di molte parrocchie: Sant’Andrea, San Miniato fra le Torri, Santa Maria degli Ughi, San Donato dei Vecchietti, San Paolo, Santa Maria Novella, San Michele Bertelde, San Pier Buonconsiglio e Santa Maria in Campidoglio.

STRUTTURA URBANISTICA

Nel gonfalone del Lion bianco era compreso, nella zona del Mercato vecchio, il centro di Firenze medievale che corrispondeva all’antico insediamento romano che fu quasi completamente demolito nell’Ottocento.
I frammenti delle architetture e degli arredi di questa parte della vecchia città sono oggi conservati nei depositi dell’ex convento di San Marco, soppresso nel 1866 e trasformato in Museo Angelico.
Al mercato vecchio erano depositate le più antiche chiese cittadine e le principali del gonfalone , da San Pier del Buon Consiglio a San Donato dei Vecchietti, da San Miniato fra le Torri, così chiamata perchè era circondata dalle torri dei Sassetti, degli Strozzi di Palla e dei Serzelli, alla chiesa di Sant’Andrea, intorno a cui raggruppavano la residenza dell’arte dei Rigattieri,le torri degli Ubaldini e dei Da Castiglione, il torrione del Nerli.
Niente rimane della piazzetta della Luna, nè degli edifici che caratterizzano la piazza del Mercato vecchio, divenuta poi, piazza della Repubblica.
Meglio conservata la parte occidentale del gonfalone, che risparmiata dagli sventramenti ottocenteschi, nonostante gli interventi architettonici sovrapposti nel corso dei secoli, conserva in buona misura l’originaria impronta medievale.

IL “POPOLO” DEL GONFALONE

Nel territorio del Lion Bianco le porte erano chiuse all’accesso di nuovi abitanti, nè esistevano strade maestre provenienti dai contado.
Tutto ciò, non ha comunque impedito il fenomeno dell’inurbamento: i nuovi arrivati, però, erano originari delle zone eterogenee, a differenza di quanto avveniva in altri quartieri, dove la presenza di agevoli vie di comunicazione aveva incoraggiato l’insediamento di nuclei familiari.
Gli “immigrati” del gonfalone provenivano da tutto il contado di Firenze e da buona parte della Toscana. Da Lucca arrivarono gli Antinori e i Massoni, da Castelfiorentino in Val d’Elsa i Grazzini, i Guidoni, i Pescioni e gli Spinellini.
Massiccia fu in particolare la presenza di famiglie originarie del Mugello e della Val di Sieve: da Monteceraio, presso Borgo San Lorenzo, giunsero i Dal Borgo; da Dicomano i Landucci, dalla Val di SIeve i Da Magnale.

VISITE GUIDATE

  • I tesori artistici sia poco noti che conosciuti e l’architettura di eccellenza
  • I musei noti
  • La struttura urbanistica nel suo divenire storico, l’affascinante toponomastica e altre testimonianze storiche che ci raccontano la vita nel Gonfalone.

PERCORSI

  • Sulle tracce della Storia”: percorso a piedi alla scoperta del Gonfalone

IL SAPER FARE

  • Elenco delle Botteghe di Artigianato tradizionale presenti nel Gonfalone

ESERCIZI TIPICI FIORENTINI

  • Elenco degli “Esercizi tipici “ , selezionati e recensiti dal Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano

ESERCIZI STORICI

  • Elenco degli esercizi storici ( oltre 50 anni di attività)  annoverati  dal Comune di Firenze

BOTTEGHE D’ARTE E STUDI DI ARTISTA

  • Tracce vive della tradizionale creatività artistica fiorentina: Studi e Botteghe d’arte operanti nel Gonfalone

CULTURA VIVA

  • Le antiche accademie
  • Gli odierni cenacoli culturali di eccellenza.
  • Le testimonianze orali della tradizione

EVENTI

  • Eventi mondani e feste tradizionali
  • Curiosità e spettacoli
  • Le antiche” potenze e signorie festeggianti”

I LUOGHI DELL’OSPITALITA’ E CONVIVIALITA’

  • Hotel selezionati
  • Bar e ristoranti raccomandati
  • Circoli privati visitabili su richiesta

LUOGHI DI INFORMAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA

  • Centri di informazione e  promozione turistica su Firenze e la Toscana

LUOGHI DI INTERSCAMBIO ECONOMICO E  DI PROMOZIONE CULTURALE

  • Centri di promozione delle relazioni economiche e degli interscambi culturali
  • Punti promozione e vendita di pubblicazioni editoriali su Firenze e la Toscana

 

© 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing