IL GONFALONE DEL LION D’ORO

LE PARROCCHIE DEL GONFALONE

Nel territorio del Lion D’Oro erano presenti le parrocchie di San Lorenzo, Duomo, Santa Maria Maggiore; la cura di queste ultime tre si estendeva al gonfalone del Drago e quella del Duomo abbracciava anche il territorio del Vaio.

STRUTTURA URBANISTICA

Il gonfalone del Lion d’Oro presenta la forma di un triangolo isoscele il cui vertice coincide con la Porta San Gallo e gli angoli di base insistono rispettivamente sulla parte iniziale di borgo San Lorenzo e sulla fortezza di San Giovanni Battista.
Soltanto la parte più centrale del gonfalone ha conosciuto un completo sviluppo urbanistico; buona parte di esso, sino all’epoca di Firenze capitale, è rimasta coperta da orti e da campi, compreso il territorio dell’odierna piazza Indipendenza.
Alla fine del Quattrocento, via San Gallo era poco più di uno stradello che passava per le proprietà dei conventi e dei piccoli ospedali situati in prossimità dell’omonima porta e di questa sua origine resta traccia nel suo andamento tuttora irregolare e tortuoso.

IL “POPOLO” DEL GONFALONE

La porta più a nord, Porta San Gallo, è ubicata nel gonfalone del Lion D’oro.
E’ quindi naturale che questo fatto incoraggiasse un cospicuo afflusso di famiglie provenienti dal contado mugellano e dalla Val di Sieve.
Da Borgo San Lorenzo arrivarono i Bonati e i Ciai; e sempre dal Mugello giunsero i Bruni, i Cattani, i Barberino, signori dell’omonimo paese, i Del Grigia, i Da Lutiano, i Maruncelli e i Nelli.
L’importanza del gonfalone fu determinata anche dalle grandi famiglie fiorentine che per lungo tempo vi stabilirono la loro residenza: la maggior parte ancora prima che l’ultima grande cinta muraria fosse ultimata, al tempo in cui la città era divisa in sestieri.
Gli Aldobrandini furono ascritti all’Arte del Cambio e rappresentarono una potenza finanziaria tale da imporsi in ambito politico, partecipando attivamente alla vita pubblica fiorentina.
Altra famiglia che con la sua presenza accrebbe il pregio del gonfalone fu quella dei Ginori.
Provenienti dal castello di Calenzano si stanziarono nel popolo di San Lorenzo e gia’ alla fine del Duecento ebbero un notevole peso nell’ambito cittadino per la cospicuità nella mercatura: di rilievo fu anche la loro partecipazione alla vita politica ricoprendo importanti cariche durante la Repubblica e nel periodo granducale.
Altro nome di prestigio nel gonfalone del Lion D’Oro fu quello dei Lotterighi della Stufa, detti poi semplicemente Della Stufa, discendenti da Lottaringo, valoroso condottiero tedesco arrivato in Italia con l’imperatore Ottone III nel 998.
I Della Stufa costruirono il loro imponente palazzo in piazza San Lorenzo all’inizio del Trecento e ancora lo si può riconoscere per lo stemma di famiglia con i due leoni affrontati che spicca sulla facciata.
Molte furono le magistrature ricoperte dai Della Stufa in periodo repubblicano, ma anche durante il Granducato alla famiglia fu riconosciuta la costante devozione ai Medici tanto che otto di loro, fra il 1532 e il 1717, furono chiamati a far parte del Senato.
Il gonfalone del Lion D’Oro non fu, comunque, un settore cittadino dove erano stanziati soltanto importanti famiglie, anzi, una discreta parte di esso fu occupato da artigiani che lì avevano le loro botteghe con annessa l’abitazione e da persone di basso ceto, per lo più tessitori di drappi e “iscioperati”, lavoratori cioè che non facevano capo a nessuna della Arti e che vivevano miseramente alla giornata.
Degli artigiani, è rimasta memoria nel nome di via Del Gomitolo dell’Oro e via dell’Ariento.

VISITE GUIDATE

VISITE GUIDATE PERIODICHE AL GONFALONE LION D’ORO (QUARTIERE SAN GIOVANNI)

MICHELANGELO E LE CAPPELLE MEDICEE

1^ E 3^ DOMENICA DI OGNI MESE :

(biglietto di ingresso intero € 6)
inizio visita ore 10,30 (durata visita 1,5 ore)

*************

SULLE TRACCE DELLA MEMORIA”: ITINERARIO ALLA SCOPERTA DELLA TOPONOMASTICA E DI ALTRE TESTIMONIANZE STORICHE CHE CI RACCONTANO LA VITA DEGLI ABITANTI DEL GONFALONE

“2^ E 4^ DOMENICA DI OGNI MESE :

inizio visita ore 14,00 (durata visita 2 ore)

************

“SULLE STRADE DELLA STORIA”:ITINERARIO ALLA SCOPERTA DELLA STRUTTURA URBANISTICA DEL GONFALONE NEL SUO DIVENIRE STORICO

2^ E 4^ DOMENICA DI OGNI MESE :

inizio visita ore 16,30 (durata visita 2 ore)

*************

PALAZZO MEDICI RICCARDI E LA CAPPELLA DI BENOZZO GOZZOLI

1° SABATO DI OGNI MESE

(biglietto di ingresso intero € 7)
Inizio visita ore 10,30 (durata 1,5 ore)

************

BASILICA DI SAN LORENZO, CHIOSTRO E CRIPTA

1^ E 3^ SABATO DI OGNI MESE:

(biglietto di ingresso € 3,5) (gratuito per residenti Firenze)
Inizio visita ore 15,00 (durata 2 ore)

*************

CASA MUSEO DI PALAZZO MARTELLI

2° SABATO DI OGNI MESE

(prenotazione obbligatoria € 3)
Inizio visita ore 10,30 (durata Visita 1,5 ora)

*************

CHIOSTRO DELLO SCALZO E CENACOLO DI SANTA APOLLONIA

3° SABATO DI OGNI MESE

Inizio visita ore 10,30 (durata visita 1,5 ore)

*************

BIBLIOTECA MEDICEO LAURENZIANA

4° VENERDI DI OGNI MESE

(biglietto di ingresso di intero €3)
Inizio visita ore 10,30 (durata visita1,5 ore)

PERCORSI

  • Sulle tracce della Storia”: percorso a piedi alla scoperta del Gonfalone

IL SAPER FARE

  • Elenco delle Botteghe di Artigianato tradizionale presenti nel Gonfalone

ESERCIZI TIPICI FIORENTINI

  • Elenco degli “Esercizi tipici “ , selezionati e recensiti dal Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano

ESERCIZI STORICI

  • Elenco degli esercizi storici ( oltre 50 anni di attività)  annoverati  dal Comune di Firenze

BOTTEGHE D’ARTE E STUDI DI ARTISTA

  • Tracce vive della tradizionale creatività artistica fiorentina: Studi e Botteghe d’arte operanti nel Gonfalone

CULTURA VIVA

  • Le antiche accademie
  • Gli odierni cenacoli culturali di eccellenza.
  • Le testimonianze orali della tradizione

EVENTI

  • Eventi mondani e feste tradizionali
  • Curiosità e spettacoli
  • Le antiche” potenze e signorie festeggianti”

I LUOGHI DELL’OSPITALITA’ E CONVIVIALITA’

  • Hotel selezionati
  • Bar e ristoranti raccomandati
  • Circoli privati visitabili su richiesta

LUOGHI DI INFORMAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA

  • Centri di informazione e  promozione turistica su Firenze e la Toscana

LUOGHI DI INTERSCAMBIO ECONOMICO E  DI PROMOZIONE CULTURALE

  • Centri di promozione delle relazioni economiche e degli interscambi culturali
  • Punti promozione e vendita di pubblicazioni editoriali su Firenze e la Toscana
  •  

    © 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing