IL GONFALONE DELLE RUOTE

LE PARROCCHIE DEL GONFALONE

Il gonfalone comprendeva in parte le parrocchie di San Giuseppe, Sant’Ambrogio, San Simone, San Procolo, Badia, San Martino, Sant’Apollinare e San Romolo.

STRUTTURA URBANISTICA DEL GONFALONE

In lunghezza il gonfalone è sezionato da numerose strade che lo attraversano, originando un reticolo abbastanza regolare; questa divisione metodica dello spazio urbano, è caratteristica di quelle parti della città sviluppatesi al di fuori della prima, ma sopratutto della seconda cerchia comunale.
L’asse del gonfalone è costituito da via Ghibellina che, come abbiamo già visto, segna anche una parte del suo confine.
Bisogna tenere conto che in quell’epoca Firenze era ancora circondata dal penultimo cerchio urbano, un tratto del quale si alzava più o meno sull’attuale via Verdi, quindi, la porta Ghibellina, di cui fa menzione il Villani, fu aperta all’incirca dove attualmente si incrociano via Verdi e via Ghibellina.

IL “POPOLO” DEL GONFALONE

Il processo di inurbamento del gonfalone avvenne un po’ da tutte le parti del contado fiorentino, senza che si possano registrare aree particolarmente interessate al fenomeno.
Molte famiglie importanti fiorentine abitarono in questo gonfalone e molte di queste ebbero il loro palazzo proprio in via Ghibellina. Fino al 1450 ebbero il loro palazzo i Del Caccia; famiglia di antichissime origini ebbe la Signoria  del castello di Asciano e di altri manieri nel contado senese e dal territorio di Siena si spostarono nella Val di Greve, dove possedettero la villa di Colognole, e di qui, nella prima metà del Trecento, arrivarono a Firenze.
I Dal Caccia furono allibrati all’arte della Lana ed ebbero importanti partecipazioni finanziarie in diverse compagnie fiorentine; la loro ragguardevole potenza finanziaria li impose anche sul piano politico e, fra il 1381 e il 1530, entrarono più volte a far parte della Signoria, ricoprendo per quattro volte anche la massima carica di gonfaloniere di Giustizia.
Anche dopo la caduta della Repubblica i Del Caccia, divenuti sostenitori medicei mantennero la loro influenza politica e i granduchi scelsero  fra loro senatori e ambasciatori.
Anche i Covoni ebbero il loro palazzo in via Ghibellina, molto tempo prima di quello che poi si fecero costruire nella centrale via Cavour.
La famiglia ebbe origini fiesolane, come dimostra il crescente che appare sul loro stemma, comune a molte case provenienti da quella cittadina; il loro nome derivò da Covone de di Ubertino, vissuto intorno al 1250, i cui figli Ruggero e Jacopo iniziarono la fortuna finanziaria della famiglia.
Altra importante famiglia del gonfalone fu quella dei Salviati il cui palazzo, passato poi ai Quaratesi, è ancora visibile nelle sue forme austere presso l’angolo di via dei Verdi; la sua costruzione risale alla prima metà del Trecento, quando gia’ la famiglia godeva di grande prestigio sociale.
Bizzarra è la relazione che i Salviati ebbero con la famiglia Medici; nonostante i parentadi stabiliti con i matrimoni, si trovarono spesso in opposizione fino a giungere veri e propri scontri.
Anche gli Orlandini, detti di Santa Croce per distinguerli dalle famiglie omonime, ebbero qui il loro palazzo,
Di questa famiglia possiamo trovare tracce fino al 1258 poichè Lottaringo risulta in quell’anno possessore del castello di Montaguto; il castello, presumibilmente già di proprietà della famiglia di epoche più remote, fu poi ceduto agli Acciaiuoli che al suo posto edificarono la Certosa.

VISITE GUIDATE

MUSEO CASA BUONARROTI

1^ E 3^ DOMENICA DI OGNI MESE

(biglietto di ingresso intero € 6,5)
Inizio visita ore 15,00 (durata 1,5 ore)

*************

“SULLE TRACCE DELLA MEMORIA”: ITINERARIO ALLA SCOPERTA DELLA TOPONOMASTICA E DI ALTRE TESTIMONIANZE STORICHE CHE CI RACCONTANO LA VITA DEGLI ABITANTI DEL GONFALONE

1^ E 3^ DOMENICA DI OGNI MESE

inizio visita ore 14,00
(durata visita 2 ore)

*************

COMPLESSO EX MONASTERO ALLE MURATE

2^ E 4^ DOMENICA DI OGNI MESE

inizio visita ore 14,00 (durata visita 1 ora)

*************

“SULLE STRADE DELLA STORIA:”ITINERARIO ALLA SCOPERTA DELLA STRUTTURA URBANISTICA DEL GONFALONE NEL SUO DIVENIRE STORICO

2^ E 4^ DOMENICA DI OGNI MESE

inizio visita ore 16,30 (durata visita 2 ore)

*************

MUSEO CASA BUONARROTI

2°,3°,4° SABATO DI OGNI MESE

(biglietto di ingresso intero € 6,5)
Inizio visita ore 10,30
(durata Visita 1 ora)

PERCORSI

  • Sulle tracce della Storia”: percorso a piedi alla scoperta del Gonfalone

IL SAPER FARE

  • Elenco delle Botteghe di Artigianato tradizionale presenti nel Gonfalone

ESERCIZI TIPICI FIORENTINI

  • Elenco degli “Esercizi tipici “ , selezionati e recensiti dal Principe Ottaviano de’Medici di Toscana di Ottajano

ESERCIZI STORICI

  • Elenco degli esercizi storici ( oltre 50 anni di attività)  annoverati  dal Comune di Firenze

BOTTEGHE D’ARTE E STUDI DI ARTISTA

  • Tracce vive della tradizionale creatività artistica fiorentina: Studi e Botteghe d’arte operanti nel Gonfalone

CULTURA VIVA

  • Le antiche accademie
  • Gli odierni cenacoli culturali di eccellenza.
  • Le testimonianze orali della tradizione

EVENTI

  • Eventi  e feste tradizionali
  • Curiosità e spettacoli
  • Le antiche” potenze e signorie festeggianti”

I LUOGHI DELL’OSPITALITA’ E CONVIVIALITA’

  • Hotel selezionati
  • Bar e ristoranti raccomandati
  • Circoli privati visitabili su richiesta

LUOGHI DI INFORMAZIONE E PROMOZIONE TURISTICA

  • Centri di informazione e  promozione turistica su Firenze e la Toscana

LUOGHI DI INTERSCAMBIO ECONOMICO E  DI PROMOZIONE CULTURALE

  • Centri di promozione delle relazioni economiche e degli interscambi culturali
  • Punti promozione e vendita di pubblicazioni editoriali su Firenze e la Toscana
  •  

    © 2017 Ordine Civico Mediceo | Firenze Borgo SS Apostolli, 19 | Contatta info@de-medici.com | non-profit marketing esociety marketing