Lo Stato del Granduca di Toscana e sue Istituzioni

Avendo Sua Altezza il Granduca di Toscana preso atto della conclamata rinuncia al trono di Italia da parte dagli eredi di Casa Savoia avvenuta per “acquiescenza” in virtù della formale dichiarazione di fedeltà  alla Repubblica Italiana da Essi espressa tramite lettera di rassicurazione inviata al Parlamento  prima del loro rientro dall’esilio, non avendo per contro S.A.S il Granduca Ottaviano de’Medici di Toscana né i Granduchi suoi predecessori mai rinunciato in favore della Casa di Savoia ai propri diritti sovrani sul territorio del Granducato di Toscana, considerando inoltre che l’ex Regno di Italia era di fatto un Regno Unito formatosi de jure con atto plebiscitario del 1860 con cui il Popolo Toscano chiese che il Granducato di Toscana formasse un Regno Unito a quello di Sardegna ed ai relativi territori annessi, intendendo infine S.A. rispettare la scelta plebiscitaria dei Toscani di costituire con il Re di Sardegna un Regno Unito di Italia, Sua Altezza Serenissima ha stabilito e stabilisce con decreto “Motu Proprio” del 20/02/2020 che il territorio  afferente allo Stato del Granduca di Toscana (Stato Sovrano de jure) è stato dal 1861 ed è tuttora il medesimo dell’ex Regno Unito di Italia, ovvero quello intero della Penisola Italiana e ciò a prescindere dalla successiva trasformazione di detto Regno unito in Repubblica.